Fiano (Nocera Inferiore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fiano
Località
Fiano
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Salerno-Stemma.png Salerno
ComuneNocera Inferiore-Stemma.png Nocera Inferiore
Territorio
Coordinate40°46′50″N 14°38′52″E / 40.780556°N 14.647778°E40.780556; 14.647778 (Fiano)Coordinate: 40°46′50″N 14°38′52″E / 40.780556°N 14.647778°E40.780556; 14.647778 (Fiano)
Altitudine20 m s.l.m.
Abitanti100 circa
Altre informazioni
Cod. postale84014
Prefisso(+39) 081
Fuso orarioUTC+1
PatronoSant'Anna
Giorno festivo26 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fiano
Fiano

Fiano è una località rurale di Nocera Inferiore. È parte del quartiere Cicalesi - Merichi.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La zona, insieme alle altre località di Caiano e Padula, rappresenta una vasta area rurale a Nord di Nocera, ai confini con la città di Sarno. L'area, divisa in carrare, si sviluppa ai piedi dei colli Picentini e fa parte del parco regionale Bacino Idrografico del fiume Sarno è attraversata dal rio Santa Marina[1], un affluente del fiume Sarno ed è nota per la sua tufara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area di Fiano era praticata già in tempi antichi per gli enormi giacimenti di Tufo grigio e presenti in quest'area. Il tufo grigio nocerino ha rappresentato il maggior materiale da costruzione in tutta l'area. Le numerose cave di pietra hanno favorito lo sviluppo delle potenti famiglie di Nuceria e successivamente anche della città longobarda di Sarno. Nei secoli, si è sviluppata anche una vasta area rurale, favorita dalla fertilità della terra. Nel 1789 le clarisse del Monastero di Sant'Anna eressero qui una chiesa dedicata al culto della santa. Nel XIX secolo, Arcangelo Scacchi scoprì e classificò presso la tufara un minerale denominato Nocerite.

Chiesa di Sant'Anna[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di Sant'Anna a Fiano.

Il 7 marzo 1789, suor Maria Clementina Sellitto, priora del monastero domenicano di Sant'Anna inviò una supplica al re di Napoli, per ottenere il permesso di erigere una cappella in una masseria di Fiano, già di proprietà del convento. Il luogo di culto doveva permettere ai coloni che vi abitavano di ascoltare la messa. La chiesa fu inaugurata solennemente il 13 maggio 1792. La Chiesa è stata più volte rimaneggiata ed è il centro religioso della vasta località.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di giugno, nell'isola ecologica di Fiano si svolge la rassegna musicale Campania Eco Festival, dove partecipano artisti locali e di caratura nazionale. Lo scopo principale è quello di sensibilizzare il pubblico sul piano ecologico. [2] [3]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Di rilievo è la Polisportiva Agrese, che sorge, con un ampio centro sportivo, in quest'area. La società è molto nota a livello giovanile [4], avendo lanciato nel panorama calcistico nazionale calciatori come Gaetano Masucci e Gennaro Troianiello.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerardo Ruggiero, Il monastero di Sant'Anna di Nocera nell'Età Moderna e Contemporanea, Nocera Inferiore, 2015, pp. 114-118
Agro nocerino-sarnese Portale Agro nocerino-sarnese: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Agro nocerino-sarnese