Fiabilandia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fiabilandia
Fiabilandia.jpg
StatoItalia Italia
LocalitàRivazzurra, Rimini (RN)
Inaugurazione1965
TemiMedioevale, orientale e western
Estensione150.000 m² circa
Sito webfiabilandia.net
Parchi di divertimento

Coordinate: 44°02′06.24″N 12°36′35.57″E / 44.035067°N 12.60988°E44.035067; 12.60988

Fiabilandia è un parco divertimenti italiano, situato a Rivazzurra (frazione di Rimini), a poca distanza dalla strada statale Adriatica tra Rimini e Riccione.

La superficie del parco è di circa 150.000 m²[1]. Il parco apre la settimana prima di Pasqua e chiude il primo giorno di novembre.

Il territorio del parco è attraversato da una strada statale[2], la cui costruzione ha portato al rischio di chiusura a causa delle tensioni tra il comune di Rimini e la proprietà del parco. Nonostante fosse stata annunciata, alla fine del settembre 2006, la sua chiusura, il parco ha completato la stagione e ha normalmente riaperto nel 2007. Ora il Comune e la proprietà sono giunti a un accordo soddisfacente[senza fonte] .

Il parcheggio è riparato da pensiline in acciaio, le quali fungono da sostegni per un grosso impianto fotovoltaico.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Fiabilandia è uno dei parchi a tema più antichi d'Italia (assieme a Città della Domenica a Perugia e Edenlandia a Napoli). Il primato spetta al parco di Perugia, aperto nel 1963, mentre Edenlandia e Fiabilandia aprirono nel 1965.

L'attuale direzione di Fiabilandia ha scelto di considerare il 1966 quale anno di inaugurazione ufficiale, poiché nel 1965 la struttura era aperta solo in forma sperimentale e provvisoria: solo in seguito furono operati dei lavori per creare un vero e proprio parco tematico.

Di forma grossomodo circolare, il parco si sviluppa intorno a un lago, il lago Bernardo, una ex cava di ghiaia riempitasi per le numerose falde. Il lago ospita molte specie di uccelli migratori.
Fiabilandia si sviluppa in tre aree tematiche principali, i quali temi sono quello medioevale, quello orientale e quello western, ma l'unica area sviluppata completamente è quella western.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nascita[modifica | modifica wikitesto]

La struttura, inaugurata nel 1965, era inizialmente concentrata nella zona che attualmente è la zona western. Non era un parco ben definito, ma presentava numerose forme di intrattenimento, soprattutto per i più piccoli (barchette, pista per go-kart, ecc.)

Gli anni del "boom"[modifica | modifica wikitesto]

Il parco è cresciuto e ha raggiunto il suo apice negli anni ottanta. La direzione all'epoca era di Oriano Bizzocchi (direttore del parco dal 1974 al 1983), il quale, unitamente all'amministratore Bruno Ravaioli, prese spunto dalle attrazioni dei parchi Disney americani per adattare il parco riminese a essi; l'esempio più evidente è il roller coaster nella miniera d'oro, che pare una versione rimpicciolita del Big Thunder Mountain disneyano.

Nel periodo Bizzocchi/Ravaioli furono installate o sostituite molte attrazioni:

  • Il "Galeone" fu sostituito da un altro "Galeone Pirata" e fu costruita la "Grotta del Teschio" (poi crollata in seguito a un'alluvione e ricostruita);
  • la "Show boat" fu sostituita dal "Battello" (ora Fiaby boat);
  • il treno a vapore fu sostituito da un treno a Gasolio (ora chiamato Fiabilandia express).

Vengono, negli anni, installate:

  • Il Brucomela (oggi, con nuove scenografie, è la "Valle degli Gnomi");
  • il Castello di Mago Merlino;
  • il Labirinto cinese (oggi, con nuove scenografie, è Il Labirinto di Fu-Ming);
  • il Lago dei Sogni;
  • il ristorante Saloon;
  • la Miniera d'oro del West;
  • le Fontane danzanti (show al centro del lago);
  • l'area spettacoli tensostruttura (ora Palagiallo).

All'interno del parco furono inseriti vari spettacoli di foggia circense. Dopo l'apice nel 1987 (circa 500.000 presenze) e l'abbandono della direzione da parte di Bizzocchi, il parco iniziò un lento declino, che proseguì per buona parte degli anni novanta.

Gli anni novanta: il declino[modifica | modifica wikitesto]

A causa di scelte organizzative tra cui l'abolizione della mascotte del parco (Puk, un simpatico animale verde vestito elegante con un cilindro), il mancato inserimento di nuove attrazioni e la scarsissima comunicazione pubblicitaria, il parco subisce una forte inflessione. Nel frattempo i parchi concorrenti, con i quali Fiabilandia era alla pari negli anni ottanta, l'avevano inesorabilmente superata. Strutture degne di nota costruite in questi anni sono la piscina per bambini Mar dei Ranocchi e la Cacca disco (all'epoca una discoteca per bambini).

Nel 1998 cambia la direzione del parco e viene introdotto Roller boom, uno spinning coaster fabbricato dall'impresa francese Reverchon.

1999: nuova gestione[modifica | modifica wikitesto]

Il parco, nel 1999, cambia proprietà passando alla società che controlla anche lo Zoo Safari Fasanolandia. Questa svolta porta il reinserimento degli spettacoli circensi e non, tra i quali La fiaba di Aladino, Pinocchio on ice, La Bella e la Bestia on ice e Biancaneve e i sette nani. Sono installate anche alcune attrazioni per innalzare il target (un ranger, una zattera e un nuovo Power sourge della ditta Zamperla, ma le novità durano poche stagioni, in quanto non gradite dal pubblico).

Una grande novità in termini d'immagine fu la creazione di una nuova mascotte: il Babau, mostriciattolo peloso blu a macchie gialle amico dei bambini, sbucato fuori per magia dal pentolone di mago Merlino.

La nuova gestione, possedendo uno zoosafari, decide di adibire una zona del parco inutilizzata a "Zoo", visitabile con un trenino; anche questa iniziativa ha però vita breve. Nonostante il comune e l'ASL avessero rilasciato i necessari permessi, il parco fu oggetto di proteste da parte di numerose associazioni animaliste.

Durante la nuova gestione tutte le attrazioni del parco hanno subito rimodernamenti:

  • Nel 2000 il Brucomela viene modificato: viene aggiunta una galleria nella quale sono visibili 7 gnomi minatori, numerose formiche si affacciano alle Mele e vengono aggiunti anche alcuni soggetti nella prima grotta, oltre ad altri oggetti scenografici; il Brucomela viene quindi ribattezzato Valle degli Gnomi
  • Nel 2001 il Labirinto Orientale (o Cinese) viene modificato: è aggiunto un pre-labirinto con tanto di statua del Buddha in meditazione, con un grazioso giardino esterno; il Labirinto prende quindi il nome di Labirinto di Fu-Ming
  • Nel 2003/2004 la Nave Pirata (che negli anni novanta era diventata l'Astronave di Capitan Rottame) viene ripristinata come Nave Pirata, e viene costruita una scenografia intorno a questa; la zona diventa la Baia di Peter Pan (un percorso a piedi tematizzato). Viene ritematizzata tutta la via principale che attraversa la Zona Far-West.
  • Vengono eseguiti lavori di manutenzione negli anni anche a tutte le altre attrazioni.
  • 2005/2006/2007/2008 i recenti rinnovamenti eseguiti nel parco possono far parlare di un vero "rilancio", ma in particolare si va delineando una vera specializzazione verso il target bambino 2/10 anni, qui le famiglie possono addentrarsi indisturbate nel tanto verde del parco, e tra le nuove aree tematizzate e giostre e percorsi dedicati..

Aree tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Il parco è diviso principalmente in 4 aree tematiche più alcune zone "miste".

  • Medioevale: comprende l'Ingresso, il Castello di Mago Merlino, gli uffici, i negozietti dell'ingresso e la Frulleria del Mago.
  • Orientale: comprende il Labirinto di Fu-Ming, il Lago dei Sogni, il self-service La Pagoda e la zona tra queste attrazioni è caratterizzata da colori arancio-marroni e grandi lampade cinesi.
  • Baia di Peter Pan/Pirati: questa è una struttura isolata, ma può considerarsi una piccola area tematica; la baia comprende la grotta del Teschio e la Nave pirata.
  • Far West: l'area meglio tematizzata del parco, comprende un autentico Saloon del Vecchio West con tanto di quadri raffiguranti i "grandi" fuorilegge del West e una lunga main street, che comprende un'area spettacoli; c'è una delle due stazioni dove ferma il trenino (l'altra è all'ingresso) e un vero fortino animato dallo "Sceriffo Copperfield" (un animatronico prodotto da una ditta Italiana). Appena fuori dal fortino c'è la bottega del fabbro, dove si vede il Vecchio Fabbro che batte un ferro di cavallo in mezzo ai tipici attrezzi del mestiere. Nell'area Far West c'è, appunto, la miniera d'oro del west, il rollercoaster principale del parco.
  • Sono presenti due "aree miste": in una ci sono i classici scivoli giganti e una pista con delle macchinine (che però devono essere guidate dagli accompagnatori adulti). Nell'altra "area mista" sono collocate la zona spettacoli, il Cinema4D, la Valle degli Gnomi, il Mar dei Ranocchi, il PlayGround PincoPallina e Capitano Nemo Adventure e lo Spacemouse (spinning coaster)

Attrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Lago del Sogno

Il Parco, essendo pensato principalmente per un pubblico di bambini, presenta un gran numero di attrazioni tematizzate con temi di fiabe; le principali sono:

  • Il Castello di Mago Merlino, attrazione simbolo del parco, una piccola Dark Ride con tratti anche all'aperto è dominata da un gigantesco Mago Merlino che scruta la sua sfera di cristallo, si viaggia a bordo di piccoli gufi a 2 posti, tra il Laboratorio del Mago, un Drago e L'Antro di Maga Magò.
  • La Valle Degli Gnomi un lungo e lento coaster con le vetture a forma di bruco, si viaggia tra le grotte abitate dai nani le mele e tante altre scenografie che stimolano la fantasia dei bambini.
  • La Baia Di Peter Pan (2004) Percorso a piedi all'interno del nascondiglio dei Bambini Perduti e Nel Teschio dei Pirati, attraverso il villaggio degli Indiani.
  • La Miniera D'Oro Del West Un piccolo Mine Train: si viaggia tra le montagne del west e nel bel mezzo della riserva indiana. È presente una piccola discesa.
  • Capitano Nemo ADVENTURE (2007) Il Primo Splash Battle aperto in Italia, A Bordo di vetture a forma di sottomarino si ingaggia una battaglia di spruzzi con le persone sul bordo-piscina, è un'attrazione interattiva, infatti colpendo i bersagli sparsi lungo il percorso si fermano i getti d'acqua spruzzati dai molti mostri marini presenti nell'attrazione.
  • Borgomagico (2008) Una nuova area che si sviluppa vicino alla "Giostra a Cavalli", Comprende 5 attrazioni precedentemente installate a Movie Park Germany e la suddetta giostra, sono piccole giostrine per bambini.
  • SPACEMOUSE (2008) Un nuovo Spinning Coaster, questa volta di Fabbri Group, che sorge proprio nella zona dove precedentemente era posizionato il roller bOOm (lo spinning coaster Reverchon presente al parco fino al 2003).
  • CASTORIA (2012) Un semplice "flume ride" fabbricato da Preson&Barbieri.

Le altre attrazioni sono:

  • Il Labirinto di Fu-Ming Un labirinto orientale, rimodernato nel 2008
  • Il Lago del Sogno Viaggio sull'acqua tra ombrelloni girevoli e fiori giganti che spruzzano acqua fin dentro il ventre del dragone custode del lago.
  • Lo Scivolone I Classici Scivoli Giganti.
  • I Fuoripista Percorso con macchinine.
  • Il Mar Dei Ranocchi Piscina per Bambini.
  • Fiabilandia Express Un Trenino che fa il giro del parco.
  • Fiaby Boat Copia di un Battello del Mississippi, fa il giro del lago Bernardo.
  • La Giostra a Cavalli Classico carousel però a 2 piani (Integrata nel BorgoMagico).
  • Cinema4D Un classico ormai dei parco divertimento, è stato installato come novità 2010 al posto dell'ormai datato cinema dinamico all'interno della ricciovisione.

Attrazioni chiuse negli ultimi anni:

  • Baby Park Classici Giochi Per Bambini - dopo l'installazione di Capitano Nemo Adventure (2007), l'area si può considerare eliminata.
  • La Giostrina Aladino Giostrina con navicelle a forma di Tappeto volante. (Non più presente dal periodo invernale 2010).
  • La Ricciovisione Cinema Dinamico, sostituito con un più moderno cinema 4D (2010).
  • La casa degli Insetti Mostra con Numerose specie di insetti (imbalsamati) in teche che riproducono il loro ambiente naturale (Chiusa nel 2013).
  • Exotario Mostra di rettili, pesci e fossili preistorici (Chiuso nel 2013).
  • La Casa Del Contadino Per riscoprire le usanze di un tempo, mostra con animali tipici delle fattorie (Chiusa nel 2013).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]