Fever to Tell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fever to Tell
ArtistaYeah Yeah Yeahs
Tipo albumStudio
Pubblicazione2003
Durata39:29
Dischi1
Tracce12
Genere[1]Garage punk
Indie rock
EtichettaInterscope
ProduttoreDavid Andrew Sitek
RegistrazioneHeadgear Broklyn
Yeah Yeah Yeahs - cronologia
Album precedente
(2002)
Album successivo
(2006)

Fever to Tell è il primo album degli Yeah Yeah Yeahs, pubblicato nel 2003 per la Interscope[2].

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto da David Andrew Sitek (TV on the Radio) e mixato da Alan Moulder, Fever to Tell è stato nominato ai Grammy Awards nella categoria Best Alternative Album e il video Maps ha ricevuto nomination agli MTV Video Music Awards nel 2004.

Il New York Times ha scelto Fever to Tell come album dell'anno.[3]

Per quanto riguarda le vendite, ha raggiunto la posizione #55 della Billboard 200 e la #13 della UK Albums Chart.

NME ha inserito il disco al quinto posto tra gli album migliori del decennio 2000-2009.[4] Inoltre il disco è stato inserito nel libro 1001 Albums You Must Hear Before You Die ("1001 album da sentire prima di morire").

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rich – 3:36
  2. Date with the Night – 2:35
  3. Man – 1:49
  4. Tick – 1:49
  5. Black Tongue – 2:59
  6. Pin – 1:59
  7. Cold Light – 2:16
  8. No No No – 5:14
  9. Maps – 3:39
  10. Y Control – 4:00
  11. Modern Romance – 7:28
  12. Yeah! New York – 2:05

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Produzione e tecnici

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda sull'album da allmusic.com
  2. ^ Federico Guglielmi, Rock 2001-2010: 100 album fondamentali, in Mucchio Extra, Stemax Coop, #36 estate 2011.
  3. ^ MUSIC: THE HIGHS; The Albums and Songs of the Year - New York Times
  4. ^ nme.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk