Festività in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Festività italiane)
Jump to navigation Jump to search

Giorni festivi[modifica | modifica wikitesto]

Data Nome Spiegazione
Tutte le domeniche In Italia la domenica è sempre giorno festivo.[GF 1]
Variabile[GF 2] Festa del santo patrono Giorno festivo stabilito da ogni comune limitatamente al proprio territorio per festeggiare il santo che aveva il ruolo di patrono della città.
1º gennaio Capodanno Primo giorno dell'anno.
6 gennaio Epifania La Chiesa cattolica e altre chiese cristiane ricordano la manifestazione della divinità di Gesù Cristo (ricorre anche la Festa della Befana).
variabile[GF 3] Pasqua La Chiesa cattolica e altre chiese cristiane ricordano la risurrezione di Gesù.
variabile[GF 4] Lunedì dell'Angelo Lunedì di Pasqua, Pasquetta.
25 aprile Festa della Liberazione Celebrazione della liberazione dell'Italia dal nazifascismo (25 aprile 1945).
1º maggio Festa del lavoro Celebrazione della lotta dei lavoratori per la riduzione della giornata lavorativa.
2 giugno Festa della Repubblica Italiana Festa nazionale italiana, celebrazione della nascita della Repubblica italiana (2 giugno 1946).
15 agosto Ferragosto La Chiesa cattolica ricorda l'Assunzione della Beata Vergine Maria.
1º novembre Tutti i Santi La Chiesa cattolica ricorda tutti i Santi.
8 dicembre Immacolata Concezione La Chiesa cattolica ricorda l'istituzione del dogma secondo cui la Beata Vergine Maria è stata preservata, fin dall'istante del suo concepimento, dal peccato originale e non commise, in tutta la sua vita, alcun peccato, neanche veniale.
25 dicembre Natale La Chiesa cattolica e altre chiese cristiane ricordano la nascita di Gesù Cristo.
26 dicembre Santo Stefano Giorno festivo (non di precetto) stabilito nel dopoguerra per allungare la festività solenne del Natale.
  1. ^ Quindi automaticamente la Pasqua, è civilmente festiva per il fatto che è sempre di domenica.
  2. ^ A discrezione del comune.
  3. ^ Pasqua: prima domenica successiva al primo plenilunio dopo l'equinozio di primavera: può cadere dal 22 marzo al 25 aprile.
  4. ^ Pasquetta: lunedì successivo alla Pasqua.

In Alto Adige il lunedì di Pentecoste è considerato giorno festivo.
Il 17 marzo è stato proclamato festa nazionale nel 1911, 50º anniversario dell'Unità d'Italia, nel 1961, 100º anniversario dell'Unità d'Italia, e nel 2011, 150º anniversario dell'Unità d'Italia.

Con la legge 23 novembre 2012, n. 222 è stata istituita la "Giornata dell'Unità nazionale, della Costituzione, dell'inno e della bandiera" da celebrarsi il 17 marzo di ogni anno, nel giorno della proclamazione nel 1861 dell'Unità d'Italia, tuttavia non è da considerare giornata festiva e non determina.
Fino al 1977, in base alla legge 5 marzo 1977, numero 54, erano considerati giorni festivi agli effetti civili anche:

Inizialmente anche l'Epifania (il 6 gennaio) era stata soppressa, ma otto anni dopo venne ripristinata.[1] Il senso di questa eliminazione fu di aumentare il PIL tenendo aperte le aziende e quindi contribuendo a una maggiore produttività non già del lavoro, ma delle infrastrutture.

Solennità civili[modifica | modifica wikitesto]

Data Celebrazione
10 febbraio Giorno del ricordo delle vittime delle foibe e dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati.
11 febbraio Patti lateranensi.
28 settembre Insurrezione popolare di Napoli contro i nazifascisti.
4 ottobre San Francesco e Santa Caterina, patroni d'Italia.
4 novembre Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate.
12 novembre Giornata del ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace.
Giornata della memoria dei marinai scomparsi in mare.

Giornate celebrative nazionali e internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Data Celebrazione
7 gennaio Giornata nazionale della Bandiera.
27 gennaio Giornata della Memoria (abbattimento dei cancelli di Auschwitz).
9 febbraio Giornata nazionale degli stati vegetativi.
21 febbraio Giornata nazionale del Braille.
11 marzo Giornata europea in ricordo delle vittime del terrorismo.
Prima domenica di primavera Giornata della prevenzione oncologica.
24 marzo Giornata nazionale per la promozione della lettura.
27 marzo Giornata nazionale del Teatro.
4 aprile Giornata nazionale della persona con lesioni al midollo spinale.
Variabile[GC 1] Giornata per la donazione degli organi.
Prima domenica di maggio Giornata nazionale dell’epilessia.
5 maggio Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia.
9 maggio Giornata d'Europa.
Giornata della memoria per le vittime del terrorismo interno e internazionale e delle stragi di tale matrice.
Terza domenica di maggio Giornata nazionale della musica popolare.
Giornata nazionale del malato oncologico.
Ultima domenica di maggio Giornata nazionale del sollievo.
Variabile[GC 2] Giornata nazionale per la donazione del sangue.
Prima domenica di giugno Giornata nazionale dello Sport.
Secondo martedi di giugno Giornata nazionale dell'innovazione.
8 agosto Giornata nazionale del Sacrificio del lavoro italiano nel mondo.
4 ottobre Giornata della pace della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse.
Prima domenica di ottobre Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Seconda domenica di ottobre Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro.
12 ottobre Giornata nazionale di Cristoforo Colombo.
24 ottobre Giornata dell'ONU.
9 novembre Giornata della libertà in ricordo dell'abbattimento del muro di Berlino.
Variabile[GC 3] Giornata nazionale della Scuola.
  1. ^ Fissata dal Ministro per la Salute nel periodo dal 21 marzo al 31 maggio.
  2. ^ Ultima domenica di maggio o prima domenica di giugno.
  3. ^ Il Ministero della Pubblica Istruzione individua la data d’intesa con la Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 792, su normattiva.it. URL consultato il 23 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]