Festival di Napoli 1965

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il tredicesimo festival della canzone napoletana si tenne a Napoli dal 16 al 18 settembre 1965. “Core Napulitano” canzone vincitrice del Festival di Napoli 1965 di Umberto Martucci e Luigi Ricciardi, cantata da Mario Abbate in coppia con Isabella Jannetti; come risulta dalla enciclopedia di Ettore De Mura. La canzone infatti è posta in primis perché fu la più votata delle prime 9 classificate ma quell'anno l'organizzazione per evitare vincitori e vinti ed eventuali strascichi polemici, decise di rimandare il verdetto definitivo all'anno successivo in base anche alla miglior vendita dei dischi ottenuti. Mario Abbate sbaragliò tutti ma qualcuno prima dell'annuncio ufficiale, contestò che la miglior vendita doveva essere calcolata in base alle accoppiate degli artisti e non in base alle singole interpretazioni. Questo causò l'imbarazzo dell'organizzazione che non aveva ben specificato quali delle due miglior vendite avrebbe preso in considerazione. Si decise pertanto, di non annunciare il vincitore o i vincitori e quel festival rimase senza verdetto definitivo. L'unica vera ufficialità resta la canzone più votata e fu proprio Core napulitano che senza tema di smentita risultò la prima in entrambi i casi.


Festival di Napoli 1965
EdizioneXIII
Periodo16 - 18 settembre
SedeTeatro Politeama
PresentatorePippo Baudo e Gaia Germani
Trasmissione TVRai 1
Partecipanti33 (23 canzoni)
VincitoreMario Abbate e Isabella Iannetti
Cronologia
19641966

Classifica, canzoni e cantanti[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Canzone Autori Artista Voti
1. Core napulitano (U. Martucci L. Ricciardi) Mario Abbate - Isabella Iannetti
Serenatella all'acqua 'e mare (Cerbone e Renato Ruocco) Aurelio Fierro - Tony Astarita
Dduje giuramente (R. Fiore e S. Mazzocco) Sergio Bruni - Mirna Doris
E' frennesia (G. Pisano e F. Albano) Maria Paris - Mario Trevi
Nu suonno (A. Pugliese e A. Forte) Nunzio Gallo - Annamaria Maresca
Scordame (U. Boselli e E. Lombardi) Gloria Christian - Roy Silver
T'aspetto a maggio (Dura, Scuotto e Esposito) Achille Togliani - Mario Merola
Uno ca te vo' bene (Rutigliano e M. De Angelis) Nino Soprano - Genny
Veleno doce (M. Zanfagna e Monetti) Gloria Christian - Gino Di Procida

Semifinaliste[modifica | modifica wikitesto]

Canzone Autori Artista
'A vita mia (Palomba e A. Vian) Sergio Bruni - Tony Astarita
Guardame (Nisa e Fanciulli) Nunzio Gallo - Isabella Iannetti
Io ca te voglio bene (Petrucci e Arciello) Carmen Villani - Nunzia Greton
Notte d'estate (Testo di Romolo Acampora; musica di Luigi Campanino) Lucia Valeri - Carlo Missaglia
Notte senza fine (P. Russo e Chelotti) Pina Lamara - Equipe 84
Schiavo d'ammore (S. Mazzocco) Mario Abbate - Mirna Doris

Non finaliste[modifica | modifica wikitesto]

Canzone Autori Artista
Bella si vuo' l'ammore (Pariante, Manetta e Baselice) Mario Abbate - Bruno Venturini
'E suonne restano (A. Chiarazzo e S. Palligiano) Nunzio Gallo - Mario Da Vinci
E te lassaie (De Como e G. Cioffi) Luciano Virgili - Pino Mauro
Mare, mare, mare (Ettore De Mura e Marcello Gigante) Sergio Bruni - Emy Dorè
Niente cchiù (C.Della Gatta e Eduardo Alfieri) Mario Trevi - Mimmo Rocco
Nu saluto (Tito Manlio e V. D'Annibale) Maria Paris - Franco D'Ambra
So fatta accussi' (R. Paliotti e Palmieri) Monica Del Po - Virginia Da Brescia
Tu stasera si pusilleco (Amato e E. Buonafede) Mario Merola - Enzo Del Forno
Vulesse nu favore (Festa, Balsamo e Caggiano) Aurelio Fierro - Maria Paris

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Diretta dai maestri: Eduardo Alfieri, Gianni Aterrano, Mario Battaini, Gino Conte, A. Esposito, Carlo Esposito, Franco Cassano, Maurizio De Angelis, G. De Martini, Angelo Giacomazzi, Armando Sciascia, L. Sili, Luigi Vinci e Luciano Zuccheri.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Dell'Ente per la Canzone Napoletana - Ente Salvatore Di Giacomo

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica