Festival (film 1996)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Festival
Titolo originaleFestival
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1996
Durata93 min
Generedrammatico
RegiaPupi Avati
SoggettoAntonio Avati, Pupi Avati, Doriano Fasoli, Giorgio Gosetti, Nino Marino
SceneggiaturaAntonio Avati, Pupi Avati, Doriano Fasoli, Giorgio Gosetti, Nino Marino
ProduttoreAntonio Avati, Aurelio De Laurentiis
FotografiaChicca Ungaro
MontaggioAmedeo Salfa
MusichePino Donaggio
Interpreti e personaggi

Festival è un film del 1996 diretto da Pupi Avati.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Franco Melis è un attore comico, reduce da grandi successi con film trash a partire dai tardi anni settanta, ma che negli anni ha sperperato i suoi guadagni. In solitudine e senza denaro, Melis trova la forza di reagire alla sua depressione: attraverso il suo manager, Renzo Polpo, trova una parte in un film molto lontano dalle sue precedenti prestazioni, che viene presentato a una rassegna cinematografica di alto profilo culturale e che sembra godere legittime chance di vittoria.

Walter Chiari[modifica | modifica wikitesto]

Il film è in parte ispirato alla figura di Walter Chiari che, alla fine della carriera, covò una breve speranza di "rilancio" con il fim Romance di Massimo Mazzucco, presentato alla Mostra del cinema di Venezia e grazie al quale Chiari fu il favorito per l'assegnazione della prestigiosa Coppa Volpi nel 1986. Questa venne però conferita a Carlo Delle Piane per il ruolo interpretato in Regalo di Natale, diretto proprio da Pupi Avati.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema