Festa della musica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La festa della musica (dal francese "Fête de la Musique") è una grande manifestazione popolare gratuita che si tiene il 21 giugno di ogni anno per celebrare il solstizio d'estate. È una festa aperta a tutti i partecipanti, amatori o professionisti, che desiderano esibirsi di fronte ad un vasto pubblico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lanciata in Francia nel 1982, la Fête de la Musique promossa dal Ministero della Cultura condotto da Jack Lang, invitava tutti i musicisti, professionisti ed amatori a suonare il 21 giugno per le strade, sulle piazze di ogni città. Anno dopo anno, la manifestazione si è sviluppata fuori dalle frontiere francesi, e si iscrive ormai in un contesto europeo che coinvolge numerose città in tutto il mondo. In Europa dal 1995 hanno aderito, confederandosi in una associazione europea, le città di Atene, Barcellona, Berlino, Budapest, Bruxelles, Lisbona, Liverpool, Losanna, Madrid, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia (AN), Lanuvio (RM). In Italia, in questi ultimi anni, numerose città hanno aderito all'evento e molte altre ancora stanno aderendo. Numerosi istituti, amministrazioni, centri culturali, operatori, professionisti hanno contribuito a questo sviluppo internazionale e sono coinvolti ogni anno nell'organizzazione dell'evento. Adattandosi alle specificità culturali di ogni paese, la festa ha saputo inventarsi, reinventarsi e diventare una manifestazione musicale internazionale emblematica.

Il coordinamento internazionale[modifica | modifica wikitesto]

La festa della musica ha un carattere soprattutto spontaneo. Vista l'ampiezza della partecipazione, la diversità delle esibizioni, l'internazionalizzazione della festa, è stato creato un coordinamento. Oltre ad occuparsi della festa della musica in Francia, l'ADCEP (Association pour le Développement de la Création, Etudes et Projets) si occupa del coordinamento europeo in stretto contatto con Bruxelles.

La festa della musica in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 21 giugno 2016, la Festa della Musica è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della SIAE. L'intento del MIBACT è di conferire all'evento del 21 giugno una dimensione sociale nazionale in grado di valorizzare il forte potenziale musicale dell'Italia e consentire ad ogni città una visibilità italiana ed europea. La Festa si svolge in tante città italiane ed è coordinata dall'Associazione italiana per la promozione della festa della musica (AIPFM) che, da oltre 20 anni, si è impegnata a coordinare, promuovere, assistere, informare e comunicare, in stretto contatto con i rispettivi Comuni e in collaborazione con tutte le più prestigiose realtà e istituzioni musicali delle città. In particolare, si occupa della produzione della festa della musica europea a Senigallia. Inoltre, sono stati presi accordi con le altre città partner europee al fine di favorire gli scambi artistici a livello internazionale, per rafforzare ulteriormente l'aspetto europeo dell'evento. Inserita nella rete di coordinamento internazionale, L'AIPFM è in grado di intervenire in materia di proposizioni di scambi artistici con altri paesi e in termini di modalità di organizzazione tecnica e logistica.

A Roma la festa della musica si svolge dal 1994, organizzata dall'Associazione Festa della Musica. La manifestazione è l'evento di apertura dell'Estate romana e regala al suo pubblico ogni anno circa 200 concerti gratuiti di tutti i generi musicali. La manifestazione è aperta a tutti, musicisti professionisti e non, istituzioni musicali, case discografiche, ambasciate e istituti di cultura stranieri.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE7844991-1