Ferrovia Viterbo-Attigliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ferrovia Viterbo-Attigliano-Orte)
Viterbo–Attigliano
Stati attraversati Italia Italia
Lunghezza 39 km
Apertura 1886
Gestore RFI
Precedenti gestori RA (1886-1905)
FS (1905-2001)
Scartamento 1435 mm
Elettrificazione 3000 V cc
Ferrovie

La ferrovia Viterbo–Attigliano è una linea secondaria di RFI che, utilizzando il tratto Attigliano–Roma della Roma–Firenze, permette il collegamento ferroviario tra Viterbo e la Capitale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita della ferrovia ha una cronistoria abbastanza lunga e sofferta; nonostante le richieste delle popolazioni dell'area viterbese risalissero al tempo della costruzione della tratta Roma–Orte della ferrovia Roma-Ancona, venne costruita molto tardi rispetto alle aspettative e venne subordinata alle lunghe vicissitudini del collegamento tra Roma e Firenze inaugurato, via Terontola, nel dicembre del 1866 con l'allaccio alla Roma–Ancona nella stazione di Foligno. Il trasferimento nel 1870 della capitale d'Italia a Roma portò a studiare una variante di tracciato per abbreviare il percorso e il 15 novembre 1875 venne realizzato il nuovo tratto ChiusiTerontola; ciò riaccese le richieste dei viterbesi che nel 1879 finalmente presentarono il progetto di una ferrovia, lunga 40 km, inserito nella tabella C della Legge 29 luglio 1879, n. 5002, detta anche legge Baccarini, promulgata nello stesso anno; questo prevedeva l'itinerario da Viterbo via Montefiascone fino ad Attigliano, punto di scambio con la nuova via breve tra Roma e Firenze. I lavori di costruzione terminarono a metà del 1886 e la linea fu aperta il 16 agosto[1]. La linea tuttavia perse il traffico diretto, rimanendo come collegamento locale per l'area nord del viterbese, in seguito all'apertura della nuova e più breve linea per Roma, via Capranica, poco meno di un decennio dopo. Il servizio venne previsto a vapore sia per i merci che per i viaggiatori; nella seconda metà degli anni trenta quello viaggiatori trasse vantaggio in termini di percorrenza dall'arrivo delle automotrici ALn 56. Nel secondo dopoguerra il traffico merci sulla linea si è ridotto e, in seguito, negli anni ottanta scomparso del tutto. La linea è sopravvissuta alla politica dei tagli degli ultimi decenni solo in virtù del traffico pendolare. L'elettrificazione nel 1983[2], e l'istituzione nel decennio successivo di relazioni dirette tra le stazioni di Viterbo Porta Fiorentina e Roma Termini, con percorrenza di 100-110 minuti, hanno ridato respiro al traffico sulla linea.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La linea da Viterbo ad Attigliano è lunga circa 40 km; presenta solo 3 gallerie e una sola opera più impegnativa, il ponte sul Tevere. L'elettrificazione è a 3.000 volt, corrente continua. Oggi la linea è esercita con Dirigente Centrale Operativo la cui sede è a Viterbo Porta Fiorentina con competenza fino alla stazione di Attigliano. Tuttavia quasi tutte le corse ordinarie dei treni non sono limitate a Attigliano, ma prolungate fino a Orte, e viceversa.

Traffico[modifica | modifica wikitesto]

La linea ha visto l'uso di locomotive a vapore dei gruppi 625 e 740 del deposito di Roma Trastevere, (anche di locotender delle Ferrovie dello Stato), con carrozze; dalla metà degli anni trenta sono state usate automotrici di vari gruppi, nel dopoguerra di ALn 772 e dagli anni settanta anche di ALn 773 e ALn 668 sia del deposito di Roma San Lorenzo (ALn 668.1400) che del deposito di Siena.

Dopo l'elettrificazione le relazioni viaggiatori sono state espletate dalle ALe 801; in seguito sono state utilizzate composizioni ordinarie e bloccate composte da una E.464 con 5 carrozze medie distanze e, con la loro successiva introduzione, da ETR.425.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Stazioni e fermate
Continuation backward
linea per Roma
Head station Station on track
39+062 Viterbo (Viale Trieste) / Viterbo Porta Fiorentina 341 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" Unknown route-map component "xABZqr" Unknown route-map component "eABZgr"
linea ATAC per Roma
Station on track
26+674 Montefiascone 403 m s.l.m.
Unknown route-map component "eHST"
Celleno 332 m s.l.m.
Station on track
16+299 Grotte Santo Stefano 290 m s.l.m.
Stop on track
7+336 Sipicciano-San Nicola * 1938[3] 143 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" Unknown route-map component "KRZo" Unknown route-map component "CONTfq"
linea AV Firenze–Roma
Station on track
5+406 Sipicciano 81 m s.l.m.
Unknown route-map component "SKRZ-Ao"
Autostrada A1 - Strada europea E35
Bridge over water
fiume Tevere
Unknown route-map component "ABZg+l" Unknown route-map component "CONTfq"
linea per Firenze
Station on track
0+000 Attigliano-Bomarzo 87 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" One way rightward
linea per Roma

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prospetto cronologico dei tratti di ferrovia aperti all'esercizio dal 1839 al 31 dicembre 1926
  2. ^ Giovanni Cornolò, Automotrici elettriche dalle origini al 1983, Duegi Editrice, 2011, p. 108. ISBN 978-88-95096-05-6
  3. ^ Ordine di Servizio n. 131 del 1938

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rete Ferroviaria Italiana. Fascicolo linea 113

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

La Viterbo-Attigliano su stazionidelmondo.it

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti