Ferrovia Rovigo-Chioggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rovigo-Chioggia
Mappa ferrovia Rovigo-Chioggia.png
Stati attraversatiItalia Italia
InizioRovigo
FineChioggia
Attivazionea tratte, dal 1876 al 1887
GestoreRFI
Lunghezza57 km
Scartamento1435 mm
Elettrificazioneno
Ferrovie

La ferrovia Rovigo-Chioggia è una linea ferroviaria italiana di proprietà statale a scartamento ordinario che unisce la città di Rovigo a Chioggia. Il suo percorso si snoda interamente nel Veneto e lungo il delta del Po.

La ferrovia è a binario semplice e a scartamento normale e non è elettrificata.

Aln 663 in sosta alla stazione di Chioggia (VE)

L'infrastruttura è gestita da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) che la qualifica come linea complementare[1] e il servizio passeggeri è espletato da Sistemi Territoriali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tratta Inaugurazione
Rovigo-Adria 23 ottobre 1876
Adria-Loreo 25 settembre 1884
Loreo-Chioggia 23 maggio 1887

La linea ferroviaria fra Rovigo e Adria fu costruita dalla Società per le Ferrovie dell'Alta Italia (SFAI) nell'ambito della linea Verona-Rovigo, voluta dalle province di Verona e di Rovigo e finanziata grazie alla Legge 29 giugno 1873, n. 1473[2]. Fu aperta all'esercizio il 23 ottobre 1876.[3]

Il tronco da Adria fino a Chioggia e al suo porto fu invece finanziato con la Legge 29 luglio, n. 5002 che la inserì fra le linee di seconda categoria.[4] La strada ferrata fu quindi aperta in due momenti: il 25 settembre 1884 per il tronco Adria-Loreo e il 23 maggio 1887 per il Loreo-Chioggia.[3]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La linea è una ferrovia a binario semplice a scartamento ordinario da 1435 mm. La trazione è termica.

La circolazione tra la stazione di Lama e quella di Chioggia è regolata dal Dirigente Posto di Comando con sede presso la stazione di Adria. Tra Rovigo e Lama, invece, è affidata alla Dirigenza Locale.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Stazioni e fermate
Continuation backward
Linea per Padova
Station on track
0+000 Rovigo 9 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" Unknown route-map component "ABZgr"
Linea per Verona
Unknown route-map component "CONTgq" Unknown route-map component "ABZgr"
Linea per Bologna
Unknown route-map component "eHST"
4+6 Sant'Apollinare con Selva † 1961[5]
Stop on track
9+557 Ceregnano
Station on track
12+968 Lama 4 m s.l.m.
Stop on track
19+914 Baricetta
Unknown route-map component "exCONTgq" Unknown route-map component "eABZg+r"
Linea per Ariano Polesine † 1944
Station on track
24+557 Adria 2 m s.l.m.
Unknown route-map component "ABZgl" Unknown route-map component "CONTfq"
Linea ST per Mestre
Unknown route-map component "eHST"
30+983 Cavanella Po
Station on track
35+642 Loreo 3 m s.l.m.
Stop on track
39+876 Rosolina
Small bridge over water
Fiume Adige
Station on track
44+233 Cavanella d'Adige
Stop on track
48+396 Sant'Anna di Chioggia [6]
Unknown route-map component "eHST"
52+980 Brondolo † 1981[7]
End station
55+792 Chioggia 3 m s.l.m.
Unknown route-map component "exCONTf"
Raccordo ST per il Porto di Chioggia † 2015

Traffico[modifica | modifica wikitesto]

Il traffico passeggeri si svolge fra i due capolinea, sebbene alcune corse provenienti da Rovigo risultano limitate ad Adria.

È espletato da Sistemi Territoriali con l'impiego di automotrici ALn 668, ALn 663 e GTW 2/6. I treni, classificati come regionali, hanno una cadenza oraria. I principali nodi di interscambio sono posti nelle stazioni di Rovigo e Adria.

Stazione ferroviaria di Chioggia con un treno di Sistemi Territoriali pronto a partire per Rovigo. (27 maggio 2022)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RFI - Rete in esercizio (PDF), su site.rfi.it. URL consultato il 22 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  2. ^ Wikisource. s:L. 29 giugno 1873, n. 1475, sulla costruzione e l'esercizio di ferrovie nelle province venete e di Mantova
  3. ^ a b Sviluppo delle ferrovie italiane dal 1839 al 31 dicembre 1926, Roma, Ufficio Centrale di Statistica delle Ferrovie dello Stato, 1927. Vedi Alessandro Tuzza, Trenidicarta.it, 1997-2007. URL consultato il 20 giugno 2010.
  4. ^ s:L. 29 luglio 1879, n. 5002, per la costruzione di nuove linee di completamento della rete ferroviaria del Regno. Tabella B. Punto 19.
  5. ^ Ordine di Servizio n. 111 del 1961
  6. ^ Ordine di Servizio n. 233 del 1908
  7. ^ Notizie flash, in "I Treni Oggi" n. 11 (luglio-agosto 1981), p. 7

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • RFI Spa. Fascicolo Linea 58 Rovigo - Chioggia. Aggiornato al CC VE 03/2009. pp. 101–113.
  • Atlante ferroviario d'Italia e Slovenia. Eisenbahnatlas Italien und Slowenien. Köln: Schweers + Wall, 2010. ISBN 978-3-89494-129-1

Ulteriori approfondimenti:

  • Domenico Sfriso, Sullo scalo marittimo della ferrovia Chioggia-Loreo-Adria-Rovigo, Chioggia, Duse, 1887. ISBN non esistente
  • Importanza della ferrovia Rovigo-Chioggia per lo sviluppo socio-economico del Basso e Medio Polesine, Rovigo, Amministrazione provinciale di Rovigo, 1967. ISBN non esistente

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]