Ferrosud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ferrosud
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1963
Fondata daLeonardo
Sede principaleMatera
Persone chiavePresidente: Prof. Giovanni Pecci
Amministratore Delegato
Ing. Gennaro Tocci
Settoretreni, carrozze ferroviarie
ProdottiAutomotrici
Locomotive
Carrozze ferroviarie
Carri merci
Sito web

La Ferrosud è un'azienda italiana di costruzioni meccaniche del settore ferrotranviario e di ristrutturazione di rotabili. Ha sede a Matera, in Basilicata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Ferrosud venne costituita nel 1963 nell'ambito di un programma di interventi finanziati per sviluppo industriale del Mezzogiorno e dell'occupazione nelle aree depresse della Basilicata e della Puglia. La zona scelta fu nella fattispecie l'area di Matera e il sito la zona industriale di Jesce, confinante con i comuni di Santeramo in Colle e di Altamura. L'inizio dell'attività produttiva risale al 1968.

Nel 1970 e fino al 1986 l'azienda appartenne, a partecipazione paritetica, al Gruppo EFIM e alla FIAT. Nel 1986 fu rilevata al 100% dalla Breda ferroviaria, anch'essa dell'EFIM.

Nel 1992 la Ferrosud fu incorporata dalla Breda Costruzioni Ferroviarie cessando di essere una S.p.A.; venne pertanto denominata "Breda Costruzioni Ferroviarie – Stabilimento FERROSUD" e, qualche anno dopo, a seguito della fusione tra Breda Costruzioni Ferroviarie e Ansaldo Trasporti, assunse la denominazione di "AnsaldoBreda - Stabilimento FERROSUD".

Dal settembre 2002, nuovamente scorporata, ridivenne una S.p.A. a controllo privato.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferrosud, situazione paradossale Concordato preventivo ancora fermo - Matera - Il Quotidiano della Basilicata [collegamento interrotto], su www.ilquotidianodellabasilicata.it. URL consultato il 7 gennaio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]