Ferrari F310

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferrari F310
Ferrari F310 1996 Schumacher.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Scuderia Ferrari
Categoria Formula 1
Squadra Scuderia Ferrari SpA
Progettata da John Barnard
Sostituisce Ferrari 412 T2
Sostituita da Ferrari F310B
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Materiali compositi, a nido d'ape con fibre di carbonio
Motore Ferrari tipo 046 V10 75°, 2 998 c
Trasmissione trasversale Ferrari, 7 marce e retromarcia (comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico)
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4 355 mm
Larghezza 1 995 mm
Altezza 970 mm
Passo 2 900 mm
Peso 600 kg
Altro
Carburante Shell
Pneumatici Goodyear
Avversarie Williams FW18
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 1996
Piloti 1. Michael Schumacher
2. Eddie Irvine
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
16 3 4 2

La Ferrari F310 è un'automobile monoposto sportiva di Formula 1, la quarantatreesima utilizzata dalla Scuderia Ferrari, che ha disputato il Campionato mondiale di Formula 1 1996.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Aerodinamica[modifica | modifica wikitesto]

Durante il corso della stagione la vettura subì una sensibile modifica nella parte anteriore: in luogo dell'originario musetto ribassato e raccordato direttamente all'alettone, venne realizzato un musetto rialzato.[1] Altre novità si individuavano nelle pance laterali, staccate dal corpo macchina, e nel cofano motore, molto largo e che andava ad avvolgere il poggiatesta e i bordi dell'abitacolo, in ottemperanza alle nuove disposizioni del regolamento per la protezione del collo e del capo dei piloti dagli spostamenti laterali.

Motore[modifica | modifica wikitesto]

Il V10 della F310 esposto al Museo Ferrari.

La novità più rilevante rispetto al passato è l'introduzione di un propulsore V10 in luogo del caratteristico V12, con una riduzione di cilindrata, richiesta dal nuovo regolamento, fino ad un massimo di 3 000 c.

Scheda tecnica[modifica | modifica wikitesto]

  • Carreggiata anteriore: 1,690 m
  • Carreggiata posteriore: 1,605 m
  • Telaio: materiali compositi, a nido d'ape con fibre di carbonio
  • Trazione: posteriore
  • Frizione: multidisco
  • Cambio: trasversale Ferrari, 6 marce e retromarcia (comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico)
  • Differenziale: autobloccante
  • Freni: a disco autoventilanti in carbonio
  • Motore: tipo 046
    • Num. cilindri e disposizione: 10 a V (75°)
    • Cilindrata: 2 998,1 c
    • Potenza: oltre 600 CV (oltre 440 kW)
    • Distribuzione: pneumatica
    • Valvole: 40
    • Materiale blocco cilindri: alluminio microfuso
    • Olio: Shell
    • Alimentazione: iniezione elettronica digitale Magneti Marelli
    • Accensione: elettronica Magneti Marelli statica
  • Sospensioni: indipendenti a puntone e molla di torsione anteriore e posteriore
  • Pneumatici: Goodyear
  • Cerchi: 13 in

Competizioni[modifica | modifica wikitesto]

La prima gara disputata è il Gran Premio d'Australia il 10 marzo del 1996.[2]
Nel corso della stagione la vettura riuscì a vincere tre Gran Premi (Spagna, Belgio e Italia) grazie a Michael Schumacher, ma a causa di numerosi problemi di affidabilità, occorsi soprattutto nella prima parte della stagione, uniti ad una certa discontinuità di prestazioni da una gara all'altra, non riuscì mai a competere veramente con la Williams per i campionati del mondo costruttori e piloti, che alla fine andarono ad appannaggio della suddetta scuderia e di Damon Hill.

Stagione Vettura Motore Gomme Piloti Gare disputate Punti individuali Punti totali Campionato costruttori
1996 F310 Ferrari Tipo 046
V10
G AUS BRA ARG EUR SMR MCO ESP CAN FRA GBR DEU HUN BEL ITA PRT JPN 70 2º posto
Michael Schumacher Rit 3 Rit 2 2 Rit 1 Rit DNS Rit 4 9 1 1 3 2 59
Eddie Irvine 3 7 5 Rit 4 7 Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit 5 Rit 11
Legenda
SQ = squalificato vittoria secondo posto terzo posto piazzamento in zona punti piazzamento non in zona punti Rit = ritiro

(in grassetto sono indicate le pole position, in corsivo i giri veloci)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1996 F310. URL consultato il 22 aprile 2014.
  2. ^ Ferrari F310, la monoposto "rossa" di Michael Schumacher. URL consultato il 22 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]