Ferrari F2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferrari F2007
Kimi Raikkonen Malaysia 2007.jpg
Kimi Räikkönen alla guida della F2007 in Malesia.
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Scuderia Ferrari
Categoria Formula 1
Squadra Scuderia Ferrari Marlboro
Progettata da Aldo Costa
Nicholas Tombazis
Sostituisce Ferrari 248 F1
Sostituita da Ferrari F2008
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Ferrari, monoscocca in fibra di carbonio a nido d'ape
Motore Ferrari 056, V8 2.4
Trasmissione Cambio longitudinale a 7 rapporti + retromarcia
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4.545 mm
Larghezza 1.796 mm
Altezza 959 mm
Passo 3.235* mm
Peso 600 kg
Altro
Carburante Shell
Pneumatici Bridgestone
Avversarie McLaren MP4/22
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 2007
Piloti 5. Felipe Massa
6. Kimi Räikkönen
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
17 9 9 12
Campionati costruttori 1
Campionati piloti 1

La Ferrari F2007 è un'automobile monoposto di Formula 1 che ha gareggiato nel 2007, la cinquantatreesima utilizzata dalla Scuderia Ferrari. Ha vinto il titolo piloti e costruttori; in Cina ha colto la 200ª vittoria nella storia della Ferrari in Formula 1, grazie a Kimi Räikkönen.

Presentazione[modifica | modifica wikitesto]

Effettua il primo giro in pista il 15 gennaio 2007, guidata da Felipe Massa, un giorno dopo essere stata presentata.[1]

Livrea e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La monoposto del dopo Schumacher vede una rivoluzione in termini di estetica: la macchina diventa quasi tutta rossa e vede l'ingresso dei nuovi loghi di Marlboro e FIAT, che compensando l'uscita della Vodafone, sostituita con Alice, sponsor anche della Ducati. Mubadala diventa partner e sponsor della Scuderia Ferrari: dal 2010, infatti, Mubadala otterrà il 5% delle quote azionarie della Ferrari.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il collaudatore Marc Gené alla guida della F2007.

La vettura è stata disegnata da Aldo Costa, mentre il responsabile del settore aerodinamico è il greco Nicholas Tombazis.

Aerodinamica[modifica | modifica wikitesto]

La caratteristica principale della nuova monoposto è l'allungamento del passo per permettere una migliore percorrenza delle curve veloci ed una maggiore stabilità. Il maggior sforzo sulla F2007 è stato incentrato sul retrotreno, che ora appare molto più rastremato e dotato di una serie di feritoie per far confluire una maggiore quantità di aria al motore, che con questa nuova soluzione rischiava un eccessivo riscaldamento. Rivisti anche gli imbocchi delle pance laterali, ora rialzati.

Telaio e sospensioni[modifica | modifica wikitesto]

Per la prima volta la Ferrari ha rivisto completamente l'aggancio delle sospensioni anteriori, che ora sono prive del caratteristico attacco monochiglia, peraltro già abbandonato da diverse scuderie fin dalla stagione 2006.

Motore[modifica | modifica wikitesto]

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Innovativo anche il cambio, con la Ferrari che per la prima volta ha fatto uso del cosiddetto cambio quick shift in grado di annullare praticamente i tempi di cambiate delle sette marce rendendo le scalate estremamente fulminee. Il vantaggio sul singolo giro è stimato in qualche centesimo di secondo, ma, nell'arco di un'intera gara, il vantaggio in termini di prestazioni potrebbe rivelarsi decisivo.

Scheda tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Piloti ufficiali
Nazione Nome Numero
Brasile Felipe Massa 5
Finlandia Kimi Räikkönen 6
Collaudatori
Nazione Nome
Spagna Marc Gené
Italia Luca Badoer

Carriera agonistica[modifica | modifica wikitesto]

Test[modifica | modifica wikitesto]

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La prima gara disputata è il Gran Premio d'Australia il 18 marzo del 2007. Ha ottenuto nove vittorie nel campionato mondiale 2007 di Formula 1, totalizzando 204 punti nel campionato costruttori, 110 conquistati da Kimi Räikkönen e 94 da Felipe Massa. La F2007 ha vinto il titolo mondiale costruttori ed ha portato Kimi Räikkönen al titolo Mondiale Piloti nel 2007.

Il sabotaggio[modifica | modifica wikitesto]

Prima del Gran Premio di Monaco viene rinvenuta, nei box Ferrari e sul tappo del serbatoio del carburante delle monoposto, una polvere bianca: nei primi giorni di luglio 2007, in seguito ai risultati dei RIS di Parma sulle analisi condotte in merito dopo il Gran Premio monegasco, arriva l'annuncio del licenziamento definitivo di Nigel Stepney da parte della scuderia di Maranello con l'accusa di sabotaggio.[2]

Lo spionaggio industriale[modifica | modifica wikitesto]

Sempre nei primi giorni di luglio la Ferrari denuncia per spionaggio industriale Nigel Stepney, ex capotecnico Ferrari, ed un tecnico della scuderia McLaren-Mercedes, Mike Coughlan. Sono state infatti ritrovate prove nella casa di Coughlan, di un trasferimento comprovato di dati ed informazioni riservate provenienti dalla Ferrari, in particolare l'intero progetto della F2007 di casa Ferrari. E i rapporti stretti di Stepney e Coughlan non fanno altro che chiarire la vicenda. Stepney avrebbe spedito a Coughlan informazioni segrete contenenti disegni, progettistica e metodica di lavoro della Ferrari. Il coinvolgimento dei succitati tecnici è comprovato da numerose e schiaccianti prove e restano seri dubbi sull’estraneità che la scuderia McLaren-Mercedes proclama rispetto al proprio coinvolgimento nello scandalo. Il 14 settembre 2007 la FIA riconosce la McLaren-Mercedes colpevole di spionaggio industriale. La casa anglo-tedesca viene condannata alla squalifica dal mondiale costruttori di Formula 1 e ad una multa di 100 milioni di dollari.[3]

Risultati completi[modifica | modifica wikitesto]

(I risultati in Grassetto indicano una pole position; i risultati in Corsivo indicano un giro veloce)

Anno Costruttore Motore Gomme Piloti AUS MAL BAH SPA MON CAN USA FRA GBR EUR UNG TUR ITA BEL GIA CIN BRA Posizione Punti
2007 Ferrari Ferrari V8 B Brasile Massa 6 5 1 1 3 SQ 3 2 5 2 13 1 Rit 2 6 3 2 204
Finlandia Räikkönen 1 3 3 Rit 8 5 4 1 1 Rit 2 2 3 1 3 1 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferrari F2007. URL consultato il 04 luglio 2013.
  2. ^ Ferrari,nel 2007 fu sabotaggio. URL consultato il 04 luglio 2013.
  3. ^ La Fia apre un'inchiesta sullo spionaggio industriale alla Ferrari. URL consultato il 04 luglio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]