Fernando Grana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fernando Grana
Nome Fernando Darley Grana
Nazionalità Brasile Brasile
Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 72 kg
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Intermedio difensivo
Squadra Atlético-PR
Carriera
Giovanili
1995-1998 AC Tejusa
Squadre di club
1995-1999 Atlético Mineiro
1999-2003 BNL Roma
2003-2004 Móstoles
2004-2005 Castellón
2005-2008 Luparense 75 (52)
2008 Lazio 1 (0)
2008-2009 Arzignano
2009-2010 Marca 27 (16)
2010-2013 Cogianco 45 (23)
2013 Real Rieti
2014- Atlético-PR
Nazionale
1999-2010 Italia Italia 113 (63)
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Taiwan 2004
Bronzo Brasile 2008
Transparent.png Europei calcio a 5
Oro Italia 2003
Bronzo Repubblica Ceca 2005
Argento Portogallo 2007
 

Fernando Darley Grana (Indaiatuba, 26 agosto 1979) è un giocatore di calcio a 5 brasiliano naturalizzato italiano, campione europeo con la Nazionale italiana nel 2003. Soprannominato "Nandokan", con 113 presenze è il primatista nella classifica di presenze nella Nazionale di calcio a 5 dell'Italia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

In carriera, Grana è stato campione giovanile paulista nel 1995 e 1996 e due volte scarpa d'oro nei medesimi anni, sempre nelle file della A.C. Tejusa. Dopo una stagione nella Liga Futsal con l'Atletico/Pax Minas viene ingaggiato dalla BNL Calcetto dove rimane tre stagioni per poi trasferirsi in Spagna nel PSG Móstoles Fútbol Sala; indossa quindi la prestigiosa maglia del Castellón nelle stagioni 2003-04 e 2004-05. Nella stagione 2005-06 fa ritorno in Italia nelle fila della Luparense con la quale conquista immediatamente la Coppa Italia. Con i lupi ha vinto in seguito due scudetti consecutivi (quello del 2006-07 segnando nella finale di andata con la Lazio Nepi), la Supercoppa Italiana nel 2007 e una seconda Coppa Italia nel 2008. Nell'agosto del 2008, dopo tre anni di Luparense, si trasferisce alla Lazio Colleferro ma dopo appena due mesi torna in Veneto nell'Arzignano. A dicembre del 2009, a causa dei problemi finanziari dell'Arzignano passa alla Marca Futsal. Nella stagione 2010-11 scende di categoria e si accasa alla Cogianco Genzano dove resta per due stagioni, conquistando al secondo tentativo la promozione nella massima serie e raggiungendo l'anno seguente la finale di Coppa Italia persa per mano della Luparense. Per la stagione 2013-14 si accorda con il Real Rieti con cui disputa solamente il girone di andata: a causa dello scarso utilizzo il giocatore nella sessione invernale di calcio mercato manifesta infatti la volontà di fare ritorno in Brasile dove terminare la carriera[1].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

È il giocatore con più presenze nella storia della nazionale italiana, con la quale ha esordito nel 1999 nell'incontro Spagna-Italia disputato a Singapore e terminato 2-2. Capitano della selezione per oltre sei anni, con la maglia azzurra ha collezionato 113 presenze e 63 reti[2], partecipando alla vittoria nel Campionato Europeo del 2003 ed alla finale del FIFA Futsal World Championship 2004. È stato capocannoniere agli Europei del 2005 dove l'Italia è giunta terza.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Atletico Mineiro: 1997, 1999
  • RFEF - Supercopa de España.svg Supercoppa di Spagna: 1
Castellón: 2004
Luparense: 2006-07, 2007-08
Luparense: 2005-06, 2007-08
Arzignano: 2008-09
Marca: 2009-10
Luparense: 2007
Cogianco: 2011-12

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Atletico Mineiro: 1998

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]