Fernand-Louis Gottlob

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Fernand-Louis Gottlob (Parigi, 1873Parigi, 1935) è stato un pittore, illustratore e incisore francese.

Fernand-Louis Gottlob, Salon de Cent poster 1899
Blanchisseuse di F. Gottlob - Le Journal amusant
Fernand Gottlob, La promise pubblicato da L'Estampe moderne

.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fernand-Louis Gottlob studia pittura sotto la guida, fra gli altri, di Gaston Jobbé-Duval.

Comincia ad esporre al Salon nel 1891 e firma i suoi lavori come «F. Gottlob».

Le sue prime incisioni sono pubblicate in L'Estampe moderne[1], mentre le sue caricature e disegni umoristici trovano posto nelle riviste Le Frou-frou, L'Assiette au beurre, Le Rire, Le Sourire, le Journal amusant, Nos loisirs, Rabelais.

A partire dal 1899 Gottlob realizza alcuni manifesti pubblicitari artistici. Jules Chéret ne pubblica due sulla sua rivista Les Maîtres de l'affiche (1895-1900) scegliendo quella per la 2e Exposition des Peintres-Lithographes e quella per l'edizione del Salon des Cent di dicembre 1899 che gli è stata dedicata.

Nel 1904 diventa membro della società artistico-letteraria Le Cornet della quale resta socio fino alla morte.

Egli realizza alcune immagini di natura erotica[2], ma soprattutto illustra spartiti musicali[3]destinati alle commedie musicali come Triplepatte di Tristan Bernard.

Nel 1916 egli inaugura l'atelier parigino per la produzione di manifesti al nº6 di rue Saulnier risolutamente orientato verso lo sforzo bellico.

Manifesti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1899: Exposition au Salon des Cent;
  • 1900: 2e Exposition des Peintres-Lithographes (Stamperia Lemercier) su Gallica.
  • 1905: Théâtre National de l'Opéra-Comique. Les Pêcheurs de St. Jean Scènes de la vie maritime de Henri Caïn. Musique de Charles-Marie Widor.
  • 1916: La Matadora
  • 1919: Souvenez-vous ! su Gallica.

Illustrazione d'opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Michel Corday, Intérieurs d'officiers, Simonis Empis, 1896;
  • Louis Brunet, Fille de France, Parigi, C. Delagrave, 1899;
  • Alphonse Gallais, Amours d'Apaches, roman de la basse pègre, Parigi, P. Fort, 1903;
  • Georges Courteline, Boubouroche, Paris, Calmann-Lévy, 1907;
  • Alfred Capus, L'Oiseau blessé, seguito di Les Passagères, coll. Modern-Théâtre », Parigi, Fayard, s.d.
  • Comte Léon Tolstoi , Anna Karenina: pagine scelte, Parigi, J. Ferenczi;
  • Maxime Gorki, L'amour mortel e altri testi, illustrazioni fuori testo di Gottlob e Poulbot, Parigi, J. Ferenczi .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sommaire de la revue.
  2. ^ (EN) Le Cornet.
  3. ^ riceve molti insegnamenti dal litografo G. Fuchs.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Castagno - European Artists III: Signatures and Monograms From 1800 - 2008
  • Stanley Applebaum - French Satirical Drawings from "L'Assiette Au Beurre" - 1978

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10115176 · ISNI (EN0000 0000 6660 270X · BNF (FRcb14962182f (data) · ULAN (EN500096345