Fermo Solari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fermo Solari
Fermo Solari.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature III, Consulta Nazionale
Gruppo
parlamentare
Partito Socialista Italiano
Incarichi parlamentari
Membro della 7ª e della 9ª commissione permanente

Dati generali
Partito politico PSI
Titolo di studio Laureato in Ingegneria e Scienze economiche
Professione Industriale

Fermo Solari (Prato Carnico, 22 settembre 1900Udine, 1º luglio 1988) è stato un politico italiano, partigiano e industriale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Discendente di una famiglia carnica di orologiai, si diplomò ingegnere in Svizzera ed avviò un'impresa edile operante in Somalia.

Rientrato in Italia, nel 1942 prese parte alla fondazione a Milano del Partito d'Azione. Nel 1943 si laureò in Scienze economiche a Roma e dopo l'8 settembre prese parte alla Resistenza tra le formazioni partigiane di Giustizia e Libertà di cui divenne commissario politico nelle Prealpi friulane. Nel 1944 sostituì alla carica di vice-comandante del Corpo Volontari della Libertà Ferruccio Parri, nello stesso anno ferito e catturato dai repubblichini, venne ricoverato all'ospedale Niguarda e successivamente liberato da un'azione partigiana.

Nel dopoguerra prese parte ai lavori della Consulta Nazionale e nel 1947 dopo lo scioglimento del Partito d'Azione confluì nel Partito Socialista Italiano.

Negli stessi anni fondò a Udine, assieme al fratello Remigio, la Solari R. e C., ditta che, sulla base del sapere tramandato dalla famiglia, inizio a produrre orologi e sistemi di informazione al pubblico.

Con le elezioni politiche del 1958 venne eletto al Senato della Repubblica.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— Roma, 14 dicembre 1963[1]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

A Fermo Solari è stato intitolato il nome dell'Istituto tecnico industriale statale di Tolmezzo.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • L'armonia discutibile della Resistenza. Udine, La Pietra, 1978.
  • Per un nuovo schieramento politico. Udine, 1968.
  • Un carnico che fa il giro del mondo senza muoversi. 1980.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN816740 · SBN: IT\ICCU\RAVV\048039