Ferdinando Leopoldo Del Migliore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Firenze citta ́nobilissima illustrata, 1684, di Ferdinando Leopoldo del Migliore

Ferdinando Leopoldo Del Migliore (Firenze, 20 agosto 1628Firenze, 1696) è stato uno storico, letterato e falsario italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu autore di oltre 120 spogli su Firenze che nel 1745 entrarono in possesso dell'erudito archivista e bibliotecario Antonio Maria Biscioni il quale, a sua volta, nel 1756 li donò alla Biblioteca Magliabechiana di Firenze; sono ora conservati nella Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze alle classi XXV e XXVI dei manoscritti Magliabechiani. Già nel XVIII secolo il padre Richa, che esaminò tali documenti per la sua opera sulle chiese fiorentine li giudicò di dubbio valore[1]. Successivamente si osservò che il del Migliore interpolava abitualmente i risultati delle sue ricerche con fatti non documentati e talora aveva inventato di sana pianta l'esistenza di alcuni documenti. Per esempio, è stata dimostrata l'invenzione di documenti relativi a un certo Salvino degli Armati, che sarebbe stato inventore degli occhiali; il Del Migliore cercò di dimostrare l'origine fiorentina di questa invenzione «tirando fuori un suo "Sepoltuario antico", se non che nessuno lo aveva veduto né mai lo vide»[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Firenze città nobilissima illustrata da Ferdinando Leopoldo Del Migliore. Prima, seconda, e terza parte del primo libro. In Firenze: nella Stamp. della Stella, Firenze 1684
  • Senatori fiorentini, Firenze 1665.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ «ancorché dagli studiosi della Fiorentina Storia alquanti sbagli di lui notati si abbiano». Giuseppe Richa, Notizie istoriche delle chiese fiorentine divise ne' suoi quartieri, Tomo I, Firenze: nella stamperia di Pietro Gaetano Viviani, 1754, p. II (Google libri)
  2. ^ Isidoro Del Lungo, «Le vicende d'un'impostura erudita (Salvino degli Armati)», in Arch. stor. ital., LXXVIII (1920), 1, pp. 5-53 (pdf)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN63531669 · ISNI (EN0000 0000 6133 3563 · LCCN (ENnb2006016295 · ULAN (EN500322576 · BAV ADV10273057 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2006016295
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie