Fenestella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fenestella (... – 19) è stato uno storico romano, vissuto negli anni del principato di Augusto e di Tiberio.

Compose almeno 22 libri di Annales interamente perduti, eccetto una trentina di frammenti.

L'opera (che riscosse ampio successo) si caratterizzava per l'intreccio tra fatti storici e notizie erudite di tipo linguistico, antiquario e letterario.

Secondo una notizia di Gerolamo, Fenestella morì e fu sepolto a Cuma nel 19 d.C. Plinio il Vecchio colloca invece la data della morte agli ultimi anni del principato di Tiberio.

Il nome di Fenestella fu usato come pseudonimo da Andrea Domenico Fiocchi, un umanista fiorentino del XV secolo [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Fiocchi in Dizionario biografico degli italiani, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Citroni, Produzione letteraria e forme del potere. Gli scrittori latini nel I secolo dell'Impero in: AA. VV., Storia di Roma, II/3, Torino 1992.
  • G. Pontiggia - M.C. Grandi, Letteratura latina, Vol. III, Milano 1998.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Template interprogetto vuoto e senza dati da recuperare da Wikidata

Controllo di autorità VIAF: (EN12198714 · LCCN: (ENnr95029288 · ISNI: (EN0000 0001 0909 3520 · GND: (DE102393540 · BNF: (FRcb13325721m (data)