Feliciano Scarpellini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Feliciano Scarpellini (Foligno, 20 ottobre 1762Roma, 29 novembre 1840) è stato un abate e astronomo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque da Filippo e da Caterina Piermarini, sorella dell'architetto Giuseppe Piermarini. Nel 1782 si recò a Roma per effettuare i suoi studi presso la Pontificia Università Gregoriana. Cinque anni dopo prese i voti e divenne poi abate, oltre ad essere eletto maestro di logica e metafisica al Collegio Romano. Nel 1798 coprì la carica di tribuno della Repubblica Romana. Fu direttore dal 1797 al 1814 della Specola Caetani, il primo osservatorio astronomico istituito a Roma[1][2].

Favorì la ricostruzione dell'Accademia dei Lincei (1801) e fu docente alla cattedra di Fisica sacra, da lui voluta. Creò l'Osservatorio astronomico del Campidoglio. Esaminò, assieme a Domenico Morichini, la tecnica dell'orafo Fortunato Pio Castellani con la quale si riuscì a ottenere l'oro di colore chiaro dei gioielli etruschi[3].

Fu zio dell'astronoma Caterina Scarpellini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ *Francesco Caetani duca di Sermoneta
  2. ^ *Feliciano Scarpellini
  3. ^ Giornale arcadico di scienze, lettere, ed arti, Volume 124, 1851, pp. 91-94 (on-line)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3253237 · ISNI (EN0000 0000 6139 6863 · SBN IT\ICCU\IEIV\049495 · LCCN (ENno2009028229 · GND (DE117619795 · BAV ADV11201452 · CERL cnp01089510 · WorldCat Identities (ENlccn-no2009028229