Felice Romano (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Felice Romano, Nella Maria Bonora e Stefano Sibaldi negli studi radio EIAR per il "Don Giovanni" di Molière (1942)

Felice Romano (Poggibonsi, 15 gennaio 1900Roma, 26 agosto 1959) è stato un attore italiano attivo fra la metà degli anni trenta e gli anni cinquanta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dell'attrice Dina Romano e fratello dell'attore Carlo Romano, è stato interprete di una ventina di film. Voce molto nota nella prosa radiofonica EIAR e RAI, dalla metà degli anni 30, sia nelle commedie che nei radiodrammi, spesso accanto al fratello Carlo.

Nella primavera del 1943 si trovava a Madrid per girare dei film insieme ad altri attori italiani, tra cui Emilio Cigoli, Anita Farra, Franco Coop, Nerio Bernardi e Paola Barbara che si trovava già nella capitale spagnola con il marito, il regista Primo Zeglio.

Terminato il film, gli avvenimenti in Italia del 25 luglio e 8 settembre, convinsero gli attori a rinviare il ritorno a Roma. Un agente commerciale della 20th Century Fox, chiese agli attori di lavorare al doppiaggio di alcuni film della casa americana, in modo che, con la liberazione dell'Italia, da parte delle truppe americane, i film potessero essere presentati nelle sale in breve tempo, considerato che gli studi di doppiaggio a Roma erano fermi.

Il gruppo di attori si mise a lavoro e negli anni 1943-1945 e furono doppiati negli studi di Madrid diverse pellicole. In questo contesto, Romano doppiò J. Edward Bromberg ne Il segno di Zorro, Nigel Bruce ne Il sospetto e Wallace Ford in L'ombra del dubbio. Le pellicole doppiate furono portate in Italia e messe nei circuiti delle sale a sud e centro Italia a partire dalla fine del 1944.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica Rai[modifica | modifica wikitesto]

  • Anima allegra di G. e S. Alvarez Quintero, regia di Luigi Maggi, trasmessa il 13 novembre 1939.
  • Lumie di Sicilia di Luigi Pirandello, regia di Luigi Maggi, trasmessa il 17 novembre 1939.
  • La damigella di Bard di Salvator Gotta, regia di Luigi Maggi, trasmessa il 25 novembre 1939.
  • Il ragioniere fantasma di Age e Flan, regia di Nino Meloni, trasmessa il 4 marzo 1946.
  • Un cappello di paglia di Firenze di Eugène Labiche, regia di Nino Meloni, trasmessa il 14 maggio 1946.
  • Nina non far la stupida di Rossato e Giachetti, regia di Franco Rossi, trasmessa il 25 giugno 1946.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Radiocorriere, annate varie 1935/1948

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]