Federigo Pizzuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Federigo Pizzuti
NascitaRossano, 10 agosto 1828
Morte24 luglio 1905
Dati militari
Paese servitoRegno di Sardegna Regno di Sardegna
Italia Regno d'Italia
Forza armataRegia Armata Sarda
Regio Esercito
ArmaCarabinieri
GradoTenente generale
GuerreTerza guerra d'indipendenza italiana
voci di militari presenti su Wikipedia

Federigo Pizzuti (Rossano, 10 agosto 182824 luglio 1905) è stato un militare italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Federigo Pizzuti nacque da una nobile famiglia di Rossano, figlio del marchese Antonio Pizzuti e di Vincenza Di Cesare.

Iscrittosi nell'esercito sardo nel 1857, ottenne la carica di aspirante carabiniere, iniziando in quel contesto la sua carriera nel corpo col quale parteciperà alla Terza guerra d'indipendenza italiana.

Sposò la nobile siciliana Maria Interlandi dalla quale ebbe 9 figli (Vincenzo, Antonio, Giuseppe, Rosario, Federico, Mario, Vincenzina, Antonietta).

Il 16 aprile 1904 venne nominato comandante generale dell'arma dei carabinieri, rimanendo in carica sino al 24 luglio dell'anno successivo quando morì in carica.

È sepolto nel Cimitero di Perugia nella cappella privata della famiglia Pizzuti.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
Croce d'oro con corona reale per anzianità di servizio militare per gli ufficiali con 40 anni di servizio - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'oro con corona reale per anzianità di servizio militare per gli ufficiali con 40 anni di servizio
Medaglia commemorativa delle campagne delle Guerre d'Indipendenza - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa delle campagne delle Guerre d'Indipendenza
Medaglia commemorativa dell'Unità d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa dell'Unità d'Italia

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • immagine [collegamento interrotto], su carabinieri.it.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie