Federico II di Babenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Federico II
Innsbruck 1 238.jpg
Federico II di Bamberg, Innsbruck
Duca d'Austria
Stemma
In carica 1230 –
15 giugno 1246
Predecessore Leopoldo VI
Successore Interregno
Duca di Stiria
In carica 1230 –
15 giugno 1246
Predecessore Leopoldo VI
Successore Interregno
Margravio di Carniola
In carica 1245 –
15 giugno 1246
Predecessore Ottone III di Borgogna
Successore Ulrico III di Carinzia
Nascita Wiener Neustadt, 25 aprile 1211
Morte fiume Leita, 15 giugno 1246
Luogo di sepoltura Abbazia di Heiligenkreuz
Dinastia Babenberg
Padre Leopoldo VI
Madre Teodora Angelina
Coniugi Sofia Lascarina
Agnese di Merania

Federico II di Babenberg, detto il Litigioso o il Bellicoso (in tedesco der Streitbare; Wiener Neustadt, 25 aprile 1211fiume Leita, 15 giugno 1246), fu duca d'Austria e duca di Stiria dal 1230 alla morte. Fu anche margravio di Carniola dal 1245 alla morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Federico II era il secondo, ma l'unico sopravvissuto dei figli di Leopoldo VI e Teodora Angelina, principessa bizantina. La sua prima moglie, Sofia Lascarina, era un'altra principessa bizantina della dinastia dei Lascaris, e la sua seconda moglie era Agnese di Merania, figlia di Ottone II di Borgogna e Beatrice II di Borgogna; Agnese in seguito sposò Ulrico III di Carinzia. Con lui finì la linea principale dei Babenberg.

Federico era conosciuto col soprannome di il Litigioso per le frequenti guerre che combatté con i territori presso l'Austria, dapprima con il Regno d'Ungheria, poi con la Baviera ed infine con la Boemia. Persino la famiglia dei Kuenringer, che da sempre erano stati fedeli vassalli della casata regnante, ad insorgere contro questa "politica suicida". Ma molto più pericolose erano le dispute con l'Imperatore Federico II, che lo privò dei propri domini nel 1236.

Durante gli anni del suo bando, Vienna divenne una città libera dell'impero e rimase in questa condizione per diversi anni. Comunque, riuscì a mantenere i propri domini a Wiener Neustadt. Nel 1239, in uno strabiliante cambio di vedute politiche imperiali, Federico divenne uno dei più importanti alleati dell'imperatore. Erano iniziati infatti i negoziati per elevare Vienna a vescovato e l'Austria (inclusa la Stiria) a regno. In ogni caso, la nipote del duca, Gertrude avrebbe dovuto sposare il cinquantenne imperatore del Sacro Romano Impero, ma la giovane ragazza si rifiutò.

Negli anni successivi riuscì a succedere alla marca di Carniola dopo la morte di Ottone III di Borgogna, ma alla sua morte il dominio passò al duca di Carinzia Ulrico III.

Il Duca Federico morì infine in battaglia contro il Re Béla IV d'Ungheria presso il fiume Leitha. Venne sepolto nell'abbazia di Heiligenkreuz.

Come l'ultimo della sua casata, Federico di Babenberg rappresenta il termine di un periodo significativo della storia dell'Austria. Con i suoi piani ambiziosi di espansione, spesso mal coniugati con un carattere istintivo, egli lasciò terreno non facile per il suo successore Rodolfo IV. Con il Privilegium minus inoltre anche le donne potevano ereditare, quindi sua sorella Margherita e sua nipote Gertrude erano in lista per succedergli al trono. Gertrude dapprima sposò Vladislao di Boemia, che morì presto, quindi Ermanno VI di Baden-Baden, che non la aiutò a mantenere i propri domini in Austria, e successivamente sposò Romano di Halicz, un parente del re d'Ungheria. Margherita sposò Ottocaro II di Boemia, più giovane di lei di vent'anni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10656068 · ISNI (EN0000 0000 8090 4173 · LCCN (ENno97013545 · GND (DE119441306 · CERL cnp00555844 · WorldCat Identities (ENno97-013545