Federico Ferrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Federico Ferrone (Firenze, 13 agosto 1981) è un regista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 ha diretto, insieme a Francesco Ragazzi e Constance Rivière, il suo primo documentario, Banliyö-Banlieue, vincitore del principale premio al Festival Videopolis[1] e del premio del miglior cortometraggio al Festival Molise cinema[2]. L'anno successivo lavora come aiuto regista per la serie di documentari Histoires en Méditerranée, prodotta da Cinétélefilms a Tunisi.[3] Nel 2007 dirige, sempre insieme a Francesco Ragazzi e con Michele Manzolini, il suo secondo documentario, Merica. Il treno va a Mosca, codiretto con Michele Manzolini, ha partecipato in concorso alla 31esima edizione del Torino film festival.[4] Nel 2019, insieme a Michele Manzolini dirige Il varco, un film di finzione costruito con materiali d'archivio sia ufficiali che inediti della Seconda guerra mondiale, presentato in anteprima alla 76ª Mostra internazionale d'arte cinematografica, nella sezione Sconfini. La sceneggiatura del film è firmata da Federico Ferrone, Michele Manzolini e Wu Ming 2.[5]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I vincitori del concorso VIDEOPOLIS
  2. ^ Premio Carlo Montuori - I Vincitori
  3. ^ (FR) Les gagnants d'autres regards 2007, su euromedcafe.org. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  4. ^ Alberto Pezzotta, «Il treno va a Mosca», i filmini anni ‘50 di tre giovani emiliani diventano un documentario, in Corriere della Sera, 8 dicembre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  5. ^ (IT) Il varco - Sconfini, su labiennale.org. URL consultato il 19 agosto 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN103047718 · ISNI (EN0000 0000 8286 171X · SBN IT\ICCU\USMV\914439 · LCCN (ENno2009184108 · WorldCat Identities (ENno2009-184108