Federica Marangoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Federica Marangoni (Padova, 1940) è un'artista e designer italiana, pittrice, scultrice e autrice di installazioni con vetro, materiali tecnologici e luci[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato l'Accademia di Belle Arti negli anni sessanta a Venezia,[1] inizia ad esporre come pittrice con la cinquantatreesima Collettiva della Fondazione-Opera Bevilacqua La Masa. Da pittrice, passa alla creazione di installazioni e sculture utilizzando materiali tecnologici, neon e altre luci, proiettori e schermi tv. Nel 1970, nel 1975 e nel 1980 partecipa alla Biennale di Venezia[2], in quest'ultimo anno espone anche al Museum of Modern Art. Nel 1987 espone al Parco del Retiro e nel 1987 al Musée des Arts Décoratifs a Parigi. Ha esposto anche al Hara Museum of Contemporary Art di Tokyo, al Palazzo Ducale e al Peggy Guggenheim Collection di Venezia e al Círculo de Bellas Artes di Madrid.[3] Ha anche esposto suoi lavori alla Triennale di Milano del 1973 e del 1981, al Metropolitan Museum of Art.[4]

Nel 1995[2], 1997[5] e nel 2011 partecipa di nuovo alla Biennale di Venezia con sculture e installazioni in vetro, nell'ultima edizione nel padiglione italiano a cura di Vittorio Sgarbi.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Casa ed. Mazzotta[collegamento interrotto]
  2. ^ a b (EN) Federica Marangoni, Italian, su rogallery.com. URL consultato il 1º ottobre 2012.
  3. ^ Pensiero visibile. Il segno dei designers Gianni Veneziano, Alinea Editrice, 2008, p.56
  4. ^ Inaugurazione dell'opera permanente della scultrice Federica Marangoni Negli Stati Uniti ha tenuto anche corsi universitari di arte (vedi Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.)
  5. ^ (EN) Federica Marangoni, su glasstress.org. URL consultato il 1º novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2012).
  6. ^ Exibart, in emmi.it[collegamento interrotto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Viana Conti, Federica Marangoni. I luoghi dell'Utopia: iconografia e temi fondamentali nell'opera di Federica Marangoni, Edizioni Gabriele Mazzotta, 2008, 216 pag., ISBN 978-88-202-1890-4
  • Federica Marangoni. Electronics: mother of a humanistic dream, Artesanterasmo-Fidia, 2001, 200 pag.
  • Giorgio Di Genova, Storia dell'arte italiana del '900, Vol. 6, Parte 2, p. 1029, Edizioni Bora, 2009
  • Federica Marangoni (JPG), in MCmicrocomputer, n. 210, Roma, Pluricom, ottobre 2000, pp. 64-67, ISSN 1123-2714 (WC · ACNP).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN293290159 · ISNI (EN0000 0003 9933 8070 · GND (DE124144225 · ULAN (EN500346465 · WorldCat Identities (ENlccn-nr99003590