Fausto Cereti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Fausto Cereti (Genova, 26 agosto 1931) è un dirigente d'azienda italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in ingegneria aeronautica, inizia la sua attività professionale nel 1954 a Fiat Avio. Nel 1969 lavora per Aeritalia dove ricopre il ruolo prima di direttore generale, poi di amministratore delegato. Nel 1990 segue la fusione tra Aeritalia e Selenia e diviene presidente della nuova società Alenia.

Nel marzo del 1996 diventa presidente della compagnia aerea Alitalia[1]; incarico che mantiene fino al 2003, quando viene avvicendato da Giuseppe Bonomi che ricoprirà il ruolo da amministratore delegato. Lascia con qualche polemica l'incarico e nello stesso anno diviene presidente di Assaereo, l'associazione di categoria (affiliata a Confindustria) che riunisce le compagnie aeree presenti in Italia.

Sposato, ha tre figli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ALITALIA: CERETI NUOVO PRESIDENTE, su www1.adnkronos.com, 8 marzo 1996.