Fatos Nano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fatos Nano
Fatos Nano 2003.jpg
Fatos Nano nel 2003

25º Primo ministro dell'Albania
Durata mandato 22 febbraio 1991 –
5 giugno 1991
Presidente Ramiz Alia
Predecessore Adil Çarçani
Successore Ylli Bufi

Durata mandato 24 luglio 1997 –
2 ottobre 1998
Presidente Rexhep Meidani
Predecessore Bashkim Fino
Successore Pandeli Majko

Durata mandato 31 luglio 2002 –
11 settembre 2005
Presidente Alfred Moisiu
Predecessore Pandeli Majko
Successore Sali Berisha

Presidente del Partito Socialista d'Albania
Durata mandato 5 giugno 1991 –
9 ottobre 2005
Predecessore Carica istituita
Successore Edi Rama

Dati generali
Prefisso onorifico Prof. Dr.
Partito politico Partito Socialista d'Albania
Titolo di studio Dottorato in economia politica
Università Università di Tirana
Professione politico, economista, professore universitario
Firma Firma di Fatos Nano

Fatos Thanas Nano (Tirana, 19 settembre 1952) è un politico albanese.

Più volte Primo ministro dell'Albania; è stato il primo leader e fondatore del Partito Socialista Albanese e membro del Parlamento albanese dal 1991 al 1996 e dal 1997 al 2009. Ha riformato l'ideologia marxista-leninista anti-revisionista del Partito Laburista Albanese in socialdemocrazia per il suo successore, il Partito Socialista.[1] Durante la sua guida, il Partito Socialista, a seguito di riforme, si unì all'Internazionale Socialista e al Partito del Socialismo Europeo. Nano è stato candidato alle elezioni presidenziali del 2007 ma non ha vinto. Ha nuovamente corso alle elezioni presidenziali del 2012, ma non si è nemmeno qualificato come candidato, perché i leader dei partiti in Parlamento hanno ostacolato i rispettivi parlamentari a eleggerlo come candidato alle elezioni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fatos Nano è figlio di Thanas Nano, già direttore della Radio Televisione Albanese[2], e Maria Nano, funzionaria di governo. Nano era l'unico figlio maschio della famiglia. È cresciuto nella Strada Hoxha Tahsim, a est di Tirana. Ha conseguito il diploma alla Scuola Superiore “Sami Frasheri”, riservata ai bambini della nomenclatura[2][3]. È stato primo ministro dell’Albania più volte. Fatos Nano ha riformato l'ideologia anti-revisionista marxista-leninista del Partito del Lavoro d’Albania nel Partito Socialista d’Albania, del quale è il fondatore.

Nei primi anni dell'adolescenza, Nano era ansioso di imparare le lingue straniere e suonare la chitarra. Nel secondo anno di scuola superiore, Nano ha fondato un gruppo rock che suonava la musica dei Beatles, rigorosamente vietata al pubblico al tempo della dittatura comunista.[2]

Si è laureato in economia politica presso l'Università di Tirana nel 1974.[4][5] Successivamente si è specializzato in economia politica. Dopo la laurea, dal 1978 fino al 1981, Fatos Nano ha lavorato nella gestione dei mulini metallurgici di Elbasan.[6][7] Dal 1981 al 1984, Nano ha lavorato come economista presso l'Azienda Agricola di Priska a Tirana.[6] Nel 1983 l'Università di Tirana gli conferisce il dottorato in economia politica. Nel 1984, è stato nominato ricercatore per i problemi socio-economici e le riforme economiche e di mercato dei paesi del blocco dell'Est Europa presso l’Istituto dei Studi Marxista-Leninista a Tirana, dove ha lavorato fino al 1990.[6][8] Quando Fatos Nano lavorava nell'Istituto Marxista-Leninista era continuamente sotto la tutela di Nexhmije Hoxha, moglie del dittatore Enver Hoxha. Da li è stato scelto per favori speciali. Nexhmije Hoxha ha seguito la sua carriera passo dopo passo e lo ha aiutato in punti strategici per passare da un lavoro all'altro.[9] Dal 1978 al 1990, Nano ha lavorato anche come docente (lettore) in varie facolta dell'Università di Tirana.[6][10][11]

Si è sposato per la prima volta nel 1976, con Rexhina Nano;[12] con la quale ha avuto un figlio e una figlia, Sokol e Edlira. Nel 2002 Nano ha divorziato da Rexhina Nano, e poi ha sposato l'imprenditrice Xhoana Nano, con la quale vive attualmente tra Vienna e Tirana.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Imprigionamento[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 fu incarcerato con l'accusa di corruzione. Lasciò la prigione nel marzo 1997 e tornò al potere quattro mesi dopo, avendo vinto a grande maggioranza nelle elezioni anticipate. Deve dimettersi nell'ottobre 1998 dopo una crisi socio-politica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SQ) "Të jetosh kohën", Rexhina Nano, page 108, Botimet DUDAJ, 2008.
  2. ^ a b c (EN) "Cable 97TIRANA1976, Biography of New Albanian Prime Minister-par9", WikiLeaks, August 30, 2011.
  3. ^ (SQ) "Të jetosh kohën", Rexhina Nano, page 14, Botimet DUDAJ, 2008
  4. ^ (SQ) "Të jetosh kohën", Rexhina Nano, page 45, Botimet DUDAJ, 2008
  5. ^ (EN) "Cable 97TIRANA1976, Biography of New Albanian Prime Minister-par2", WikiLeaks, August 30, 2011.
  6. ^ a b c d (EN) "Cable 97TIRANA1976, Biography of New Albanian Prime Minister-par3", WikiLeaks, August 30, 2011.
  7. ^ (SQ) "Të jetosh kohën", Rexhina Nano, page 59, Botimet DUDAJ, 2008
  8. ^ (SQ) "Të jetosh kohën", Rexhina Nano, page 66, Botimet DUDAJ, 2008
  9. ^ (EN) "Cable 97TIRANA1976, Biography of New Albanian Prime Minister-par10", WikiLeaks, August 30, 2011.
  10. ^ (EN) "Opinion" Archiviato il 30 aprile 2012 in Internet Archive., Intervista con Blendi Fevziu, February 4, 2010.
  11. ^ (SQ) "Të jetosh kohën", Rexhina Nano, page 84, Botimet DUDAJ, 2008
  12. ^ (SQ) "Të jetosh kohën", Rexhina Nano, page 50, Botimet DUDAJ, 2008

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN75604440 · LCCN (ENn97087901 · GND (DE17055869X · WorldCat Identities (ENlccn-n97087901