Fatal Fury Special

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fatal Fury Special
videogioco
Ffs.png
PiattaformaArcade, FM Towns, Game Gear, Neo Geo, Neo Geo CD, Sega Mega CD, Super Nintendo, Sharp X68000, TurboGrafx-16
Data di pubblicazioneGiappone 16 settembre 1993

Game Gear:
Giappone 25 novembre 1994
Flags of Canada and the United States.svg 1994
Zona PAL marzo 1995

Mega CD:
Giappone 31 marzo 1995
Flags of Canada and the United States.svg 1995
Zona PAL giugno 1995
GenerePicchiaduro a incontri
OrigineGiappone
SviluppoSNK
PubblicazioneSNK
SerieFatal Fury
Modalità di giocoGiocatore singolo, due giocatori
Periferiche di inputJoystick a 8 direzioni con 4 tasti
Distribuzione digitaleXbox Live

Fatal Fury Special (餓狼伝説SPECIAL Garō Densetsu Special?) è un videogioco di tipo picchiaduro a incontri sviluppato e pubblicato nel 1993 dalla SNK Playmore.

Fatal Fury Special è una versione migliorata di Fatal Fury 2[1], seguendo il modello già sperimentato con Street Fighter II: Champions Edition pubblicato l'anno precedente da Capcom.[2]

La critica tende a considerarlo uno dei migliori titoli appartenenti alla serie Fatal Fury.[2][3]

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Fatal Fury Special è un clone di Fatal Fury 2 con poche ma importantissime migliorie:

  • è stato implementato un sistema di combo di colpi molto efficace, elemento che ha poi caratterizzato tutti i successivi capitoli della saga;
  • i colpi sono stati depotenziati, e quindi sono necessari più colpi per abbattere l'avversario;
  • il gioco è più veloce rispetto a Fatal Fury 2;
  • è possibile selezionare il lottatore tra 15 differenti personaggi, e per ciascuno di essi è presente un clone con colori differenti; sono ora selezionabili anche i quattro boss di Fatal Fury 2, nonché tre personaggi ripescati da Fatal Fury e riadattati graficamente, ovvero Tung Fu Rue, Duck King e Geese Howard.

Il gioco è molto lungo in quanto per terminarlo è necessario sconfiggere tutti e quindici i personaggi selezionabili, compreso il clone del proprio personaggio. Se si vincono tutte le sfide senza mai perdere un round (è possibile perdere un incontro e poi continuare con un nuovo credito) si accederà ad un ulteriore incontro, un Dream Match dove il giocatore affronterà Ryo Sakazaki di Art of Fighting: è il primo riferimento all'incrociarsi delle trame dei due videogiochi, dove le vicende narrate in Art of Fighting precedono quelle di Fatal Fury. Se si termina il gioco senza mai continuare con nuovi crediti si vedrà un finale speciale che coinvolge tutti i personaggi del gioco.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzabili[modifica | modifica wikitesto]

  • Stati Uniti Terry Bogard
  • Stati Uniti Andy Bogard
  • Giappone Joe Higashi
  • Giappone Mai Shiranui
  • Giappone Jubei Yamada
  • Taiwan Cheng Sinzan
  • Corea del Sud Kim Kaphwan
  • Australia Big Bear
  • Regno Unito Billy Kane
  • Stati Uniti Axel Hawk
  • Spagna Laurence Blood
  • Germania Wolfgang Krauser
  • Stati Uniti Geese Howard
  • Stati Uniti Duck King
  • Cina Tung Fu Rue

Nascosti[modifica | modifica wikitesto]

  • Giappone Ryo Sakazaki[1]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 ottobre 1993 la Pony Canyon pubblicò un'edizione limitata della colonna sonora del gioco dal titolo Garou Densetsu Special.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Fatal Fury Special, su Arcade Archives.
  2. ^ a b Mattia Ravanelli, Cartoline dal passato: Fatal Fury Special, su IGN, 24 giugno 2013.
  3. ^ (EN) Corbie Dillard, Fatal Fury Special Review, su Nintendo Life, 6 marzo 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi