Farina di soia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Farina di soia

La farina di soia, chiamata in Giappone kinako (黄粉 o きなこ), è un tipo di farina che si estrae dal seme della soia.

La differenza sostanziale tra la farina di soia e quella di grano è che la prima non contiene glutine[1]. Inoltre se cotta la farina di soia tende a scurirsi più facilmente rispetto a quella di grano. Questa farina può essere utilizzata in tutti i settori in cui si utilizza la normale farina di grano, dalla cucina all'allevamento.

Mercato della farina di soia[modifica | modifica wikitesto]

Contratto futures sulla farina di soia
NomeSoybean Meal Futures
SimboloZM
Dimensione100 short tons
Tick0.10 per short ton
ScadenzeGennaio, Marzo, Maggio, Agosto, Settembre
BorsaChicago Mercantile Exchange[2]

IL Soybean Meal è il contratto futures con cui si scambia la farina di soia sui mercati finanziari.[3]

Il prezzo della farina di soia è strettamente dipendente dal mercato della soia da cui si ricava la farina.[4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tokuji Watanabe, Watanabe Kishi e Asako Kishi, Il Libro Della Soia, Edizioni Mediterranee, 2001, p. 103, ISBN 88-272-0980-8.
  • Katia Ferri, Trading in commodity. Borse merci nel mondo, negoziazione e stagionalità, le strategie dei big, Trading library, ISBN 9788896481073.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Soia, su Albanesi.it. URL consultato il 20 maggio 2014.
Controllo di autoritàThesaurus BNCF 36913 · LCCN (ENsh85125888
Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina