Fango sulle stelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fango sulle stelle
Fangо sulle stelle.png
Montgomery Clift in una scena del film
Titolo originaleWild River
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1960
Durata110 min
Generedrammatico
RegiaElia Kazan
Soggettodai romanzi Mud on the Stars, 1942 di William Bradford Huie, Dunbar's Cove, 1957 di Borden Deal
SceneggiaturaPaul Osborn
ProduttoreElia Kazan
Casa di produzioneTwentieth Century Fox
FotografiaEllsworth Fredricks
MontaggioWilliam Reynolds
MusicheKenyon Hopkins
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fango sulle stelle (Wild River) è un film del 1960 diretto e prodotto da Elia Kazan come omaggio allo spirito del New Deal in cui il regista si era formato.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film, presentato al Festival di Berlino, non ebbe successo di pubblico alla sua uscita, forse a causa della tematica ecologista in anticipo sui tempi.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 è stato inserito nella lista dei film conservati dal National Film Registry presso la Biblioteca del Congresso.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

L'attore Bruce Dern esordì nella parte di Jack Roper.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ingegnere Chuck Glover, che lavora alla costruzione di una diga sul fiume Tennessee, è incaricato di acquistare o, se necessario, espropriare i terreni che verranno sommersi dalla nuova costruzione. L'uomo incontra l'unica opposizione da parte di Ella Garth, un'anziana che vive su un'isoletta insieme ai figli e alla giovane nipote Carol e che rifiuta di cedere la terra su cui ha trascorso tutta la vita e dove è sepolto il marito. Carol, già madre e vedova, si innamora dell'ingegnere benché fidanzata e si schiera dalla sua parte, capendo come la lotta di sua nonna contro il progresso sia vana. Altri problemi per Chuck sorgono quando decide di dare agli operai neri la stessa paga dei colleghi bianchi suscitando così la reazione dei razzisti locali, dai quali verrà ripetutamente malmenato. Nonostante la simpatia umana che prova per la signora Garth, Chuck esegue il suo compito: l'isolotto viene espropriato e la donna, abbandonata anche dai figli, è trasferita con la forza in una nuova casa. Lo stesso giorno in cui Chuck e Carol, appena sposati, lasciano in aereo il Tennessee giunge loro la notizia della morte di Ella[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema