Fandango (danza)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritmo di fandango

Il fandango è uno stile musicale ed una danza spagnola di coppia, per un ritmo 3/4 o 6/8, accompagnata con nacchere e chitarra e a volte cantata. Esso deriva molto probabilmente dalla chica, una danza africana.

I fandangos grandes (grandi fandanghi) sono normalmente ballati a coppie e iniziano lentamente con un andamento crescente.

I fandanguillos (piccoli fandanghi) sono tra le più vive e gioiose derivazione del fandango. Qualche regione della Spagna e del Portogallo ha sviluppato un proprio stile di questa danza, come a Huelva (fandangos de Huelva) e Malaga (fandangos de Malaga o Verdiales).

Il fandango è stato spesso utilizzato nella musica colta europea per creare coloriti spagnoli.

Il tempo ternario, i versi ottonari (octosílabos) e il frequente impiego delle castañuelas marcano un stretto legame con la jota. La sequenza discendente armonica più comune (La minore, Sol maggiore, Fa maggiore, Mi maggiore) è un motivo ostinato conosciuto sin dalla fine del Barocco.

Origini[modifica | modifica sorgente]

Ballerini di Fandango nel XVIII secolo in Spagna

Diversi scrittori romantici tentarono di vincolarlo a un antico ballo sensuale dell'antica Grecia, conosciuto come cordax (in uso anche presso i romani e chiamato iconici motus dal poeta Orazio e dal commediografo Plauto). Lo scrittore di satire Giovenale fa menzione specifica riguardo al testárum crépitus (schioccare le castañuelas, in italiano nacchere) che, nella loro precoce espressione grega, erano usate come cimbali o platillos (piattelli) per dita.
Considerata la popolarità del fandango come danza di esibizione alla fine del secolo XVIII e i principi del XIX, non è da escludere la sua presenza e radicamento nella tradizione delle Asturie, Castiglia (fandangos charros), Catalogna, Valenzia, Paese Basco o Portogallo. nella sua forma galante, il genere arrivò ad avere una certa proiezione nella tradizione colta europea attraverso l'opera di Luigi Boccherini, padre Antonio Soler e Domenico Scarlatti.
Dal principio del secolo XIX, il flamenco adottò tratti dei fandanghi andalusi dando così luogo ai cosiddetti "fandangos aflamencaos" che son considerati oggigiorno come uno dei palos del flamenco fondamentali.

Caratteristiche e varietà[modifica | modifica sorgente]

La forma del fandango possibilmente è quella che possiede più variazioni come nessun'altra espressione del flamenco. La variante derivata dai bailes de candil, ha uno speciale riferimento ad Andévalo - Huelva - dove si presenta in modo più che prolissa; a Málaga con le sue caratteristiche Verdiales, possibilmente nel modo arcaico di questo tipo di manifestazione artistica; e nelle restanti provincie andaluse, come Almería, conosciuto qui popolarmente come fandanguillo. A La Alpujarra, il fandango costituisce il ballo tipico del Trovo. Nella località di Mota del Cuervo in provincia di Cuenca si balla un fandango somigliante alla seguidilla ma più semplice; il ballo aggiunge il cruce (incrocio) lento e la battuta (batida) finale di gambe con fermata (parada) e cruce. Lo si conosce come fandanguillo manchego.
In genere, nel folclore portoghese, il ballo alterna momenti nel duetto con esibizioni alternate di ognuno dei due ballerini mentre l'altro si limita a marcare il ritmo sobriamente.
Considerato la caratteristica della danza, l'espressione "Fandango" è stata utilizzata come sinonimo di trambusto (ajetreo), tumulto o anche come esibizione di maestria.

Il fandango nella musica classica[modifica | modifica sorgente]

Citazioni su fandango[modifica | modifica sorgente]

« solo pochi passi di Fandango persi in questa oscurità »
(Giuni Russo, Le contrade di Madrid)
« Facciamo un fandango »
(Luciano Ligabue, Balliamo sul mondo)
« Scaramouche, Scaramouche, will you do the Fandango »
(Queen, Bohemian Rhapsody)
« We skipped the light fandango »
(Procol Harum, A white shade of pale)
« Ed in vece del fandango / Una marcia per il fango. »
(Lorenzo Da Ponte, Wolfgang Amadeus Mozart, Le nozze di Figaro)
« Soon you will be dancing the Fandango »
(Bob Dylan, Romance in Durango)
« Tu potrai ballare o fandango »
(Fabrizio de André, Avventura a Durango)
« Giura che mai / rinnegherai il Dio del fango, / dell'habanera e del fandango »
(Paolo Conte, Schiava del Politeama)
« Un Fandango ! »
( Kevin Costner, fandango ( film ))

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]