Famiglia Manson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charles Manson in una foto segnaletica del 1968. Charles Manson fu il fondatore della Manson Family

La Famiglia Manson, anche conosciuta con il nome inglese Manson Family, fu una comune del deserto della California ed un culto[1][2] fondato nei tardi anni '60. Guidato da Charles Manson, il gruppo era formato da circa 100 adepti che vivevano una vita non convenzionale e che utilizzavano abitualmente allucinogeni[3]. Molti dei fedeli erano giovani donne della classe media, radicalizzatesi negli insegnamenti di Manson e provenienti dalle culture hippy e dal movimento delle comuni[4].

Dopo che Manson fu incarcerato per gli efferati delitti del 1969, la Manson Family si spostò a San Francisco e più tardi in un ranch della San Fernando Valley. I seguaci di Manson includevano anche una piccola, devota unità di giovani donne e ragazze che credevano che Manson fosse una manifestazione del Cristo e nelle sue profezie sulla guerra razziale.

Questo gruppo assurse alle cronache nazionali ed internazionali per l'efferato omicidio di Sharon Tate e quattro suoi ospiti avvenuto il 9 agosto 1969 per mano di Tex Watson ed altri tre membri della Family (Susan Atkins, Leslie Van Houten e Patricia Krenwinkel), di cui Manson fu riconosciuto come mandante. Il gruppo fu poi riconosciuto responsabile di altri assassini, assalti e crimini di diverso tipo.

Storia della Manson Family[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione[modifica | modifica wikitesto]

La Family ebbe origine nell'aprile del 1967 quando Manson, scarcerato poco meno di un mese prima, era giunto a San Francisco in piena rivoluzione hippie, e aveva conosciuto una ragazza ventitreenne, Mary Brunner, di professione bibliotecaria presso la Berkeley University, finendo poi per stabilirsi da lei nel quartiere di Haight-Ashbury. Nelle settimane successive, durante i suoi vagabondaggi, conobbe una ragazza diciannovenne dai capelli rossi, Lynette Fromme (soprannominata "Squeaky"), da poco scappata di casa, e una ballerina di strip club già pregiudicata, Susan Atkins (soprannominata "Sadie"), di vent'anni. Con questo primo gruppetto di discepole si spinse a nord, a bordo di un VolksWagen T1, fino alla contea di Mendocino, e poi a sud, fino a Los Angeles e dintorni. Sfruttando la moda del periodo, Manson spinse queste ragazze all'uso di droghe allucinogene, al sesso libero, sfruttando la sua abilità nel suonare la chitarra e nel comporre canzoni, arrivando ad autoproclamarsi "Figlio dell'Uomo" (Man-Son) e profeta di una nuova religione.

Nell'estate e nel successivo autunno 1967, il gruppetto raccolse una ragazza ventunenne anch'essa scappata di casa, Patricia Krenwinkel, il diciottenne vagabondo Paul Watkins, molto abile a suonare la chitarra, il musicista Bobby Beausoleil, già attore di B movie hollywoodiani a sfondo erotico, la violinista Catherine Share (detta "Gypsy"), conosciuta da Beausoleil sul set di un film western soft porno, la diciottenne Leslie Van Houten, ex fidanzata dello stesso Beausoleil, la quindicenne Dianne Lake (detta "Snake"), figlia di una coppia hippie già conoscenti di Manson, la sedicenne Ruth Ann Moorehouse (detta "Ouisch"), figlia di un pastore protestante fallito che era finito per adorare Manson come figura religiosa.

Per fare fronte all'aumento di seguaci, Manson acquisto' un vecchio bus scolastico, che dipinse di nero e lo usò come base mobile per scarrozzare tutta la sua "Family" in lungo ed in largo per la California.

Il gruppo si stabilì successivamente nella zona del Topanga Canyon, dove si aggiunsero la diciottenne Nancy Pitman, figlia di una ricca famiglia di Malibu, Tex Watson, ex giocatore di football diventato tossicodipendente e Sandra Good, figlia di un ricco broker. Dopo essere stati allontanati dalla zona, il gruppo finì per stabilirsi presso lo Spahn Ranch, a nord di Los Angeles, un vecchio set cinematografico ed attrazione turistica ormai fatiscente, di proprietà dell'ottantenne cieco George Spahn, ex cow boy, che Manson tenne in ostaggio per un periodo. Qui si aggiunsero alla "Famiglia" il diciottenne Steven Grogan detto "Clem", garzone del ranch, Catherine Gillies detta "Cappy", 19 anni, ex groupie dei Buffalo Springfield e figlia di minatori proprietari di un vasto ranch nella Valle della Morte, entroterra californiano, dove Manson e il suo gruppo si stabilirono nell'ultimo periodo, Katryn Lutesinger, diciotto anni, nuova fidanzata di Bobby Beausoleil, e Linda Kasabian, una giovane ragazza madre.

Durante il biennio 1968-69, furono circa un centinaio le persone che, per un periodo più o meno lungo, si affiliarono alla Manson Family, sebbene solo una trentina saranno coloro che seguiranno Manson fino alla fine, e una decina di loro saranno condannati successivamente a lunghi periodo detentivi per i vari crimini commessi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ What ever happened to the other Manson family cult members?, su nbcnews.com.
  2. ^ The Infamous Manson Family, su Biography.
  3. ^ Charles Manson, su Biography.
  4. ^ Where are the Manson Family members now?, su bbc.co.uk, 20 novembre 2017. Ospitato su www.bbc.co.uk.