Factorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Factorio
videogioco
Factorio.jpg
Logo
PiattaformaMicrosoft Windows, macOS, Linux
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 25 febbraio 2016
GenereAzione, strategia in tempo reale, Survival horror
OrigineRep. Ceca
SviluppoWube Software (ultima versione stabile: 0.16.51)
PubblicazioneWube Software
DirezioneMichal "Kovarex" Kovarik, Tomas Kozelek
DesignMichal Kovarik
ProgrammazioneMichal Kovarik, Tomas Kozelek
Direzione artisticaAlbert Bertolin, Vaclav "V453000" Benc
MusicheDaniel James Taylor
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputMouse, tastiera
Motore graficoAllegro
SupportoDownload
Distribuzione digitaleSteam
Requisiti di sistemaMinimi[1]: Windows 10, 8, 7, Vista (64 bit), CPU Dual core 3Ghz+, RAM 4 GB, Scheda video 512 MB, HD 1 GB
Consigliati[1]: Windows 10, 8, 7 (64 bit), CPU Quad core 3Ghz+, RAM 8 GB, Scheda video 2 GB, HD 1 GB

Factorio è un videogioco strategico in tempo reale per PC sviluppato da Wube Software.[2] È stato disponibile in versione alfa dal 2014. Lo sviluppo di Factorio, con sede a Praga, è iniziato nel 2012, ed è stato supportato dal crowdfunding dal 2013. Una favorevole campagna su Indiegogo ha raccolto più denaro di quanto fosse previsto dal suo obiettivo, e le successive versioni beta sono state vendute raccogliendo ulteriori fondi.

Il gioco è incentrato su un astronauta che, sopravvissuto allo schianto su un pianeta alieno, deve raccogliere risorse e creare sistemi di produzione industriale al fine di costruire un razzo per lasciare il pianeta stesso[3][4]; tuttavia, come videogioco a mondo aperto, la fine della trama non coincide necessariamente con la fine del gioco, il quale può essere continuato a piacere anche dopo il raggiungimento dell'obiettivo finale. Può essere giocato in modalità giocatore singolo e multigiocatore.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Factorio è un gioco di raccolta delle risorse con elementi di strategia in tempo reale e sopravvivenza, che presenta influenze delle mod BuildCraft e IndustrialCraft per il videogioco Minecraft.[5] Il giocatore cerca di sopravvivere individuando e raccogliendo le risorse necessarie a costruire vari strumenti e macchinari, come trivelle e fornaci, che produrranno a loro volta materiali più avanzati proseguendo fino a poter costruire tecnologie e macchine più sofisticate. Il gioco progredisce man mano che il giocatore continua a costruire e gestire il proprio sistema automatizzato imitando una fabbrica, con vaste linee di produzione formate da impianti in cui automatizza l'estrazione, il trasporto, l'elaborazione e l'assemblaggio di risorse e prodotti. Il giocatore può ricercare un elevato numero tecnologie avanzate che consentono la creazione di nuove strutture, oggetti e miglioramenti, partendo dall'automazione di base per giungere infine alla raffinazione del petrolio, ai robot e alle armature potenziate.[6][7]

L'attuale versione del gioco permette il raggiungimento della vittoria attraverso il lancio di un razzo con satellite, sebbene sia possibile ignorare l'obiettivo raggiunto per continuare a costruire la fabbrica, in quanto Factorio è un videogioco a mondo aperto. La costruzione di un razzo richiede enormi quantità di risorse, motivando il giocatore a creare una fabbrica considerevole ed efficace per raggiungere tale obiettivo.

Combattimento[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore deve difendere se stesso e la proprie costruzioni dalla fauna indigena del pianeta, nota come Biters, alieni che diventano sempre più ostili con l'aumento delle emissioni inquinanti provenienti dagli impianti attivi, delle quali si nutrono, rendendo così necessario mantenere sotto controllo l'equilibrio tra la produzione delle risorse e aggressività dei nemici. Il giocatore può utilizzare torrette difensive, carri armati e altre armi per eliminare i nemici stessi.[8] Mentre il gioco procede, i nemici diventano più numerosi, evoluti e difficili da sconfiggere.

Multiplayer[modifica | modifica wikitesto]

La modalità multigiocatore consente alle persone, sia a livello locale che tramite Internet, di giocare insieme in modo cooperativo o l'uno contro l'altro.[9][10][11] Factorio supporta sia server dedicati che server di ascolto ospitati dai giocatori. In passato, il gioco utilizzava la connettività peer-to-peer, rimossa dopo lo sviluppo di opzioni più solide.[12][13] I salvataggi delle partite multigiocatore possono essere caricati anche in modalità giocatore singolo. Per impostazione predefinita, tutti i giocatori se un server condividono le tecnologie, a meno che un sistema di più squadre non sia stato istituito dall'host del server stesso. Il fuoco amico è presente. Seppur il limite ufficiale per il numero di giocatori connessi sia di 65.535, i server più popolari sono stati in grado di gestire al massimo 400 giocatori.[14]

A partire dalla versione 0.15 del gioco, i giocatori possono condividere i progetti di costruzione con altri giocatori sul proprio server, tramite una biblioteca di progetti pubblici.[15]

Campagna[modifica | modifica wikitesto]

La modalità Campagna propone una serie di tutorial e di missioni i cui obiettivi accompagnano il giocatore attraverso la trama del gioco.

Editor[modifica | modifica wikitesto]

La modalità Editor consente al plasmare il mondo di gioco nei minimi dettagli.

Mods[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è stato progettato per essere personalizzabile tramite mod per aggiungere contenuti aggiuntivi, come modifiche al gameplay o alle texture degli elementi visivi. Gli sviluppatori hanno offerto agli sviluppatori di mod un portale online sul sito ufficiale di Factorio per ospitare le loro creazioni.[16][17][18] Per aiutare a supportare la community di modding, il gioco contiene un manager che consente ai giocatori di scaricare velocemente le mod connettendosi automaticamente al portale. Le modifiche al gioco possono essere scritte in Lua.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è stato creato da un team di sviluppatori di Praga a partire dalla metà del 2012. Il team, composto inizialmente da una singola persona, si è notevolmente ingrandito nel tempo. Wube Software è stata fondata in settembre 2014 da Michal Kovařík e Tomáš Kozelek a Praga, in Repubblica Ceca. Per finanziare il gioco, il team di sviluppo ha fatto una campagna su Indiegogo, che è iniziata il 31 gennaio 2013 e si è conclusa il 3 marzo 2013. La campagna ha raccolto 21.626 €, rispetto all'obiettivo iniziale di 17.000 €.[19][20][21] Dopo il successo del crowdfunding, Wube ha venduto le versioni beta del gioco per raccogliere ulteriori fondi. Gli sviluppatori riconoscono il trailer della versione di aprile 2014 del gioco come responsabile significativo di tali vendite.[22] A partire da luglio 2017, il team è composto da 15 membri.[2]

Uno dei designer del gioco ha citato le mod di Minecraft IndustrialCraft e BuildCraft come ispirazioni durante lo sviluppo del gioco.[5]

Il gioco è stato pubblicato in versione beta su Steam il 25 febbraio 2016, e nel 2017 gli sviluppatori hanno annunciato di puntare ad un'uscita della versione completa per l'estate del 2018[9], ma per la grande quantità di implementazioni successive la data non è stata rispettata.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Sin dalla pubblicazione della versione beta, Factorio ha ricevuto recensioni positive da parte della critica, in particolare Rock, Paper, Shotgun ed Eurogamer.[23][24]

Nell'estate del 2017, Wube Software ha annunciato che Factorio ha superato il milione di copie vendute[25], e nell'estate del 2018 il gioco ha superato il milione e mezzo di copie vendute.[26][27]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In Factorio è possibile riprodurre il Gioco della vita: per questo, e per la sua possibilità di creare sistemi autoreplicanti, è considerato Turing equivalente.[28][29][30]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Factorio, su store.steampowered.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  2. ^ a b (EN) The team, su factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  3. ^ (CS) Pavel Dobrovský, Zabijte planetu průmyslem v české budovatelské strategii Factorio, su games.tiscali.cz. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  4. ^ (EN) Official Factorio Wiki, su wiki.factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  5. ^ a b (EN) Michal "Kovarex" Kovarik, Commento su Nerd³ FW - Factorio, su reddit.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  6. ^ (EN) Daniel Jauch, Our Nation's Factorio Review, su apgnation.com. URL consultato il 10 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2015).
  7. ^ (EN) Chris Priestman, Factorio Is A Machine-Fetishist’s Best Friend, su indiestatik.com. URL consultato il 10 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2014).
  8. ^ (EN) Factorio – Content, su factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  9. ^ a b (EN) Factorio FAQ, su factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  10. ^ (EN) Tristan Rogers, Factorio Gets Multiplayer, su sandboxdb.com, 1º novembre 2014. URL consultato il 10 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2017).
  11. ^ (EN) Mike Luces, 'Factorio' Version 0.15.0 Released: Comes With Military, Production, High-Tech And Space Packs, su ibtimes.com, 24 aprile 2017. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  12. ^ (EN) Download Headless, su factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  13. ^ (EN) Michal Kovarik, Friday Facts #147 - Multiplayer rewrite, su factorio.com, 15 luglio 2016. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  14. ^ (EN) Tomas Kozelek, Friday Facts #156 - Massive Multiplayer, su factorio.com, 16 settembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  15. ^ (EN) Ondřej Majerech, Friday Facts #170 - Blueprint library GUI design and redesign, su factorio.com, 23 dicembre 2016. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  16. ^ (EN) Factorio - Modding, su factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  17. ^ (EN) Factorio Wiki - Modding, su wiki.factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  18. ^ (EN) Factorio Mods, su mods.factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  19. ^ (EN) Graham Smith, Factorio Trailer Looks Like A Fun Factory, Has Demo, su rockpapershotgun.com, 2 maggio 2014. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  20. ^ (EN) Factorio, su indiegogo.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  21. ^ (EN) Tomas Kozelek, Here we are, su www.factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  22. ^ (EN) Mike Rose, How a single game trailer turned the tide for Factorio, su gamasutra.com, 27 maggio 2014. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  23. ^ (EN) Alec Meer, Factorio: The End Of Management Games, su rockpapershotgun.com, 7 marzo 2016. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  24. ^ (EN) Wesley Yin-Poole, Meet Factorio, the wonderfully complex game about designing factories, su eurogamer.net, 26 febbraio 2016. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  25. ^ (EN) Robert N. Adams, Factorio Has Sold Over 1 Million Copies, su techraptor.net, 28 maggio 2017. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  26. ^ (EN) Factorio, su factorio.com. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  27. ^ (CS) České noviny, Finální verze české hry Factorio by měla být do roka, su ceskenoviny.cz, 23 marzo 2018. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  28. ^ (EN) DaveMcW, Combinator Game of Life, su factorio.com, 24 luglio 2015. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  29. ^ Filmato audio (EN) Aroma1997, Conway's Game of Life in Factorio, su YouTube, 5 settembre 2017. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  30. ^ Filmato audio (EN) Aroma1997, Conway's Game of Life in Factorio - How it works, su YouTube, 6 settembre 2017. URL consultato l'11 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi