FaceTime

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FaceTime
Logo
Sviluppatore Apple Inc.
Data prima versione 24 febbraio 2011
Ultima versione 3.0 Build. 2701 (macOS) (30 Settembre 2015)
Sistema operativo macOS (10.6 e successivi)
iOS (4.0 e successivi)
Genere Videotelefonia (non in lista)
Servizio di rete sociale
Licenza Proprietario
Sito web support.apple.com/it-it/HT204380


FaceTime è un software di videotelefonia tramite internet, integrato da Apple nei dispositivi iOS con videocamera frontale e successivamente disponibile per Mac OS X Snow Leopard, distribuito tramite il Mac App Store, mentre è integrato in modo nativo in OS X Lion e successivi. Il protocollo è stato annunciato al WWDC 2010 in concomitanza del lancio dell'iPhone 4.

È possibile utilizzare FaceTime Wi-Fi su iPhone 4 o successivi, iPod touch di quarta generazione o successivi, iPad di seconda generazione o successivi e su tutti gli iPad mini. Per usufruire della rete mobile, è necessario un iPhone 4s o successivi o un iPad di terza generazione o successivi.

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

FaceTime funziona sia su rete Wi-Fi sia su reti mobili 4G (LTE) e 3G (UMTS/HSPA), tranne che su iPhone 4 e iPad 2 per cui è previsto il funzionamento solo su rete Wi-Fi.

FaceTime è un software e servizio gratuito,[1] i cui requisiti minimi sono un dispositivo con iOS 4 o successivi con videocamera frontale, oppure un computer con Mac OS X Snow Leopard 10.6.6 (solo su Snow Leopard, l'app è a pagamento), Lion e sistemi operativi successivi.

Il servizio FaceTime è stato esteso all'utenza Mac il 20 ottobre 2010 con l'annuncio di una beta pubblica dell'applicazione di videochiamata, disponibile per il download sul sito Apple.[2] L'applicazione FaceTime per Mac è stata pubblicata in versione finale il 24 febbraio 2011 sul Mac App Store.[3]

Con FaceTime per Mac si possono eseguire videochiamate verso un altro Mac, oppure verso un dispositivo iOS con FaceTime attivo in copertura Wi-Fi.

Il servizio trasmette i dati in modo cifrato utilizzando la cifratura WPA2 Enterprise.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a parte l'invio di un SMS internazionale quando si vuole attivare/disattivare il servizio da dispositivo mobile iOS
  2. ^ Apple porta FaceTime sul Mac, Apple.com, 20-10-2010. URL consultato il 23 marzo 2011.
  3. ^ FaceTime sul Mac App Store a 0.79€, TheAppleLounge.com, 24-02-2011. URL consultato il 23 marzo 2011.
  4. ^ Le chiamate in FaceTime sono criptate e conformi all’HIPAA, www.ipaditalia.com, 22-09-2011. URL consultato il 22-09-2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]