Fabrizio Plessi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabrizio Plessi nel 2015

Fabrizio Plessi (Reggio nell'Emilia, 3 aprile 1940) è un artista italiano, che opera in Italia e in Germania, attivo principalmente nell'ambito delle videoinstallazioni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

WaterFire, opera di Fabrizio Plessi a Kronach

Dopo essersi diplomato al liceo Artistico di Reggio nell'Emilia, continua la sua formazione all'Accademia di belle arti di Venezia, dove si laurea nel 1962.[1] L'opera di Plessi è incentrata principalmente sul tema dell'acqua e del fuoco, rappresentati su grandi schermi.[2]

Nel 2000 realizzò il padiglione italiano per l'Expo di Hannover, con una monumentale installazione alta 44 metri. Chiamata Mare verticale rappresentava un flusso di acqua blu continuo, che scorreva ininterrottamente. Nel 2011 curò il Padiglione Venezia per la 54ª Biennale di Venezia, con lo stesso tema, su dimensioni minori; degli schermi proiettanti i flussi di acqua venivano installati su delle barche, esposte in posizione verticale[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pirovano, 1993, p. 830.
  2. ^ Fabrizio Plessi, su Contini Art Gallery. URL consultato il 12 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2012).
  3. ^ Il Padiglione Venezia alla 54. Esposizione Internazionale d’Arte, su La Biennale di Venezia. URL consultato il 12 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2013).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Pirovano (a cura di), Fabrizio Plessi, in La pittura in Italia. Il Novecento/2: 1945-1990, vol. 2, Milano, Electa, 1993, ISBN 88-435-3982-5.
  • Beate Reifenscheid and Dorothea van der Koelen; Arte in Movimento – Kunst in Bewegung, Dokumente unserer Zeit XXXIV; Chorus-Verlag; Mainz 2011; ISBN 978-3-926663-44-3
  • Marco Tonelli (a cura di), Plessi. Monumenta. Valle dei Templi, Agrigento, Roma, Il Cigno GG Edizioni, 2012.
  • Marco Tonelli (a cura di), Plessi. Sala dei Giganti, Palazzo Te, Mantova., Mantova, Ed. Publipaolini, 2013.
  • Antonello Cresti, Solchi Sperimentali Kraut. 15 anni di germaniche musiche altre, CRAC Edizioni, 2018, ISBN 978-88-97389-46-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN25397666 · ISNI (EN0000 0000 8104 7329 · SBN IT\ICCU\CFIV\028249 · LCCN (ENn80123075 · GND (DE118741055 · BNF (FRcb11968419j (data) · ULAN (EN500082141