Fabio Roselli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l’omonimo calciatore italiano, vedi Fabio Roselli (calciatore).
Fabio Roselli
Dati biografici
Paese Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 85 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Tre quarti ala
Ritirato 2003
Carriera
Attività di club¹
1989-2003 Rugby Roma 220 (550)
Attività da giocatore internazionale
1995-1999 Italia Italia 17 (25)
Attività da allenatore
2003-2005 Italia Italia Seven
2008 Italia Italia U-18
2010-2011 Italia Italia U-17
2012-2013 Italia Italia U-18
2013-2015 Italia Italia U-20 All. 3/4
2015- Zebre All. 3/4

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 5 aprile 2016

Fabio Roselli (Roma, 13 aprile 1971) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 italiano, già tre quarti ala del Rugby Roma, dal 2015 allenatore dei tre quarti della franchise italiana in Pro12 delle Zebre.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Capitale, militò nel Rugby Roma nel ruolo di ala; con la squadra bianconera vinse la Coppa Italia nel 1998 e lo scudetto nel 2000 e marcò complessivamente 110 mete in 220 incontri[1].

In Nazionale esordì nel corso della Coppa Latina 1995, contro la Francia; partecipò anche alla Coppa del Mondo di rugby 1999 in Galles.

Ritiratosi dall'attività nel 2003, passò alla carriera tecnica nei ranghi federali. Dopo avere svolto gli incarichi di C.T. dell'Italia Seven e delle selezioni U-15, 16 e 17, fu assistente tecnico per la zona Centro-Sud delle selezioni federali Under-18 e, tra il 2013 e il 2015, allenatore dei tre quarti dell'Under-20[1].

Dalla stagione 2015-16 è altresì allenatore dei tre quarti delle Zebre[1], una delle due franchise italiane in Pro12.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Ci sarà da lavorare, in Rovigo Oggi, 31 agosto 2015. URL consultato il 5 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]