Fabio Meridiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Meridiani
Fabio Meridiani.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereFusion
Rock
Pop
Periodo di attività musicale1985 – in attività
Strumentobasso, voce
Album pubblicati5
Sito ufficiale

Fabio Meridiani (Ascoli Piceno, 4 giugno 1967) è un bassista italiano.

Suona e collabora dal 1985 come bassista con artisti italiani e stranieri, in qualità di turnista e solo artist.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Autodidatta, è stato tra i primi bassisti italiani ad applicare tecniche miste sullo strumento. Viene notato nel 1987 da Robert Neville e The Bolear, in quel momento in Italia per presiedere ad alcuni seminari e a due registrazioni live per Radio Roma. Avendolo ascoltato esibirsi in un noto locale romano, viene invitato a partecipare alle registrazioni in qualità di bassista. Dal 1988 al 1990 perfeziona la sua conoscenza con la teoria di Giorgio Azzolini.

Partecipazione a festival e rassegne musicali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1988 apre alcuni live di Ivan Graziani e Robert Neville & The Bolear. Fino al 1995 si alternano collaborazioni con Stefano Masciarelli per l'Estate romana, Miranda Martino, Enrica Bonaccorti, Bambi Fossati (Garybaldi) in istituti di pena in favore dei detenuti, e inoltre con Diego Calcagno in altri live negli anni successivi. Tra il 2005 e il 2007 è invitato dalla pianista italo-americana Marina Fiorentini a far parte di un quartetto di Jazz d'avanguardia, composto dal trombonista Giancarlo Schiaffini, dal batterista Tony Cerqua, dal sassofonista Lorenzo Fontana, che segna un importante punto di svolta, e darà vita al trio basso-batteria-voce, con Tony Cerqua e Catia Rea: i "Keepintouch". Si esibisce presso lo Stadio dei Marmi in occasione dei concerti di: Banco del Mutuo Soccorso, Piero Pelù, Premiata Forneria Marconi. Partecipa nel 2014 come Special Guest al Dibojano Festival Bojano CB. Con "Reagente 6" presso la Casa Del Jazz RM con Ivano Fortuna, Giacomo Anselmi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 registra live in studio, un progetto di improvvisazione di dieci ore, dividendolo in tre CD per la Flayers Record dove si intrecciano originali strutture jazz-fusion basso-batteria-chitarra. Nel progetto ci sono Walter Salis, Oreste Ferrazza, dove Meridiani mette in risalto gli intrecci melodici che contraddistinguono il suo stile.

Continua gli studi alla ricerca di nuove sonorità riproducibili con l'ausilio del basso elettrico a 5 corde, perfezionando la sua tecnica. Nel 2000 l'incontro con l'armonicista Billy Branch, e con il chitarrista Kenny Neal, e nel 2001 con il chitarrista Gary Sanford a Firenze, privilegiando questa volta melodie fusion, comparendo in alcuni forum statunitensi venendo messo in rilievo da un altro bassista di livello internazionale Pino Palladino.

Nel 2002 continuano session con Billy Branch, Kenny Neal, Mario Insenga; Duke Robillard.

Segue l'anno della sperimentazione su stili afro, e con il DJ Flavio Rago interpreta ed esegue un live basso-percussioni, trasmesso poi sull'emittente radiofonica Radio Globo.

In seguito si vede produttore del lavoro discografico “Subline” realizzato esclusivamente con il basso elettrico e da riff di batteria e percussioni realizzati da Derek De Beer, dove esegue nove brani da lui composti, ognuno di genere diverso (celtic, afro, funky, fusion).

Parte della sua attività artistica si sviluppa in Germania, dove collabora tra gli altri con Dani Weber, Sören Jordan (Paul Young), Jochen Ritter, live e in studio.

Altre collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Seguono nel 1997 nuove collaborazioni con musicisti jazz: Lucio Turco e nuovi concerti con band come Steel Drama, Akwaba, Paola Turci. Ha collaborato e collabora tutt'ora in qualità di guest e di turnista con Emiliano Caroselli, Andreas Weingartner, Gary Stewart Hurst, Harish Powar (Randy Crawford), Vincenzo Maurogiovanni, Paolo Degli Atti, Domenico Loparco, Ezio Zaccagnini, Enrico Ciacci, Rita Forte, White Nymphs, Jennifer Batten, Antonello Carozza, Maurizio Mattioli, Giacomo Anselmi, Marco Di Marco (Equipe 84), Cassandra De Rosa, Marina Marchione. Ha prestato Opening a Fiordaliso, Pippo Franco, gli artisti di Made In Sud, Marco Marzocca, Paolo Vallesi, e altri..

Clinics e Masterclass[modifica | modifica wikitesto]

È stato docente di basso elettrico presso la Roma Rock School e Music Academy Network. Svolge seminari sull'effettistica applicata al basso elettrico e costruzione del suono presso le più importanti accademie musicali italiane: CPM, Saint Louis, Città Della Musica. È stato il bassista e co-ideatore con la cantante e vocalist Catia Rea del Music Legend Story (spettacolo musico-teatrale di world music). Partecipa attualmente in qualità di endorser e testimonial presso i più importanti eventi fieristici internazionali (Musikmesse, Music Italy Show, Medimex, Open Day, MIS 2010, Eurobassday, Emom, SIB 2008) con altri artisti tra i quali: Mel Gaynor, Alain Caron, Giuseppe Continenza, Stu Hamm, Yngwie Malmsteen, Jonas Hellborg, e in qualità di giuria in Musicalmente (Festival).

Appare con rubriche dedicate al basso elettrico e interviste sul riviste nazionali e estere Guitar Club, Music Magazine, InSound, Musician Magazine.

È endorser ufficiale di Elixir Strings, Gallien-Krueger, Michael Tobias Design, Stefy Line.

È testimonial Reference Cables, Utopia Custom Shop, Magnetics Pickup.

È stato endorser ufficiale Warwick, M2 Guitars, Washburn Guitars.

Video[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album solisti

Marina Fiorentini 5et

Con i W.O.F.

  • W.O.F. improvvisamente e altro; triplo CD "Flayers Record" 1996

Con Andrea Mocce Dj

  • Emotional Alliance; CD "Djseven Productions" 2007

Con Sören Jordan

  • Conglomerate 2; CD "Gotec & Twilight Sound" 2009

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]