Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

FIFA Futsal World Cup 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FIFA Futsal World Cup 2012
ฟุตบอลโลกฟุตซอล
ประเทศไทย 2012
Logo della competizione
Competizione FIFA Futsal World Cup
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione
Date 1º novembre - 18 novembre 2012
Luogo Thailandia Thailandia
(2 città)
Partecipanti 24 (98 alle qualificazioni)
Impianto/i 3
Risultati
Vincitore Brasile Brasile
(5° titolo)
Secondo Spagna Spagna
Terzo Italia Italia
Quarto Colombia Colombia
Statistiche
Miglior giocatore Brasile Neto
Miglior marcatore Russia Éder Lima (9 gol)
Miglior portiere Italia Stefano Mammarella
Incontri disputati 52
Gol segnati 349 (6,71 per incontro)
Pubblico 160 302
(3 083 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008 2016 Right arrow.svg

La settima edizione della FIFA Futsal World Cup si è svolta in Bangkok e Nakhon Ratchasima, in Thailandia, dal 1º novembre al 18 novembre 2012[1].

Rispetto all'edizione precedente del 2008, cui presero parte 20 squadre nazionali, il torneo vede la partecipazione di 24 contendenti[2].

Squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Confederazione Partecipante in quanto Ultima presenza
1 Thailandia Thailandia 0019 marzo 2010 1AFC 00Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale Brasile 2008
2 Isole Salomone Isole Salomone 0120 maggio 2011 1OFC 01Vincitrice dell'OFC Oceanian Futsal Championship 2011 Brasile 2008
3 Ucraina Ucraina 018 aprile 2012 1UEFA 01Vincitrice del play-off Brasile 2008
4 Serbia Serbia 018 aprile 2012 1UEFA 01Vincitrice del play-off Esordiente
5 Russia Russia 019 aprile 2012 1UEFA 01Vincitrice del play-off Brasile 2008
6 Spagna Spagna 0110 aprile 2012 1UEFA 01Vincitrice del play-off Brasile 2008
7 Portogallo Portogallo 0110 aprile 2012 1UEFA 01Vincitrice del play-off Brasile 2008
8 Rep. Ceca Rep. Ceca 0111 aprile 2012 1UEFA 01Vincitrice del play-off Brasile 2008
9 Italia Italia 0111 aprile 2012 1UEFA 01Vincitrice del play-off Brasile 2008
10 Brasile Brasile 0117 aprile 2012 1CONMEBOL 013ª classificata nel Torneo sudamericano di qualificazione Brasile 2008
11 Argentina Argentina 0118 aprile 2012 1CONMEBOL 01Vincitrice del Torneo sudamericano di qualificazione Brasile 2008
12 Paraguay Paraguay 0119 aprile 2012 1CONMEBOL 012ª classificata nel Torneo sudamericano di qualificazione Brasile 2008
13 Colombia Colombia 0117 aprile 2012 1CONMEBOL 014ª classificata nel Torneo sudamericano di qualificazione Esordiente
14 Iran Iran 0129 maggio 2012 1AFC 013ª classificata nell'AFC Futsal Championship 2012 Brasile 2008
15 Giappone Giappone 0129 maggio 2012 1AFC 01Vincitrice dell'AFC Futsal Championship 2012 Brasile 2008
16 Australia Australia 0129 maggio 2012 1AFC 014ª classificata nell'AFC Futsal Championship 2012 Taipei 2004
17 Kuwait Kuwait 0129 maggio 2012 1AFC 01Migliore tra le squadre eliminate nei quarti dell'AFC Futsal Championship 2012 Esordiente
18 Egitto Egitto 0124 giugno 2012 1CAF 01Vincitrice del Torneo africano di qualificazione Brasile 2008
19 Libia Libia 0124 giugno 2012 1CAF 01Vincitrice del Torneo africano di qualificazione Brasile 2008
20 Marocco Marocco 0124 giugno 2012 1CAF 01Vincitrice del Torneo africano di qualificazione Esordiente
21 Costa Rica Costa Rica 014 luglio 2012 1CONCACAF 01Vincitrice del CONCACAF Futsal Championship 2012 Guatemala 2000
22 Messico Messico 014 luglio 2012 1CONCACAF 014ª classificata del CONCACAF Futsal Championship 2012 Esordiente
23 Panama Panama 014 luglio 2012 1CONCACAF 013ª classificata del CONCACAF Futsal Championship 2012 Esordiente
24 Guatemala Guatemala 014 luglio 2012 1CONCACAF 01Finalista del CONCACAF Futsal Championship 2012 Brasile 2008

UEFA[modifica | modifica wikitesto]

I paesi partecipanti
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio a 5 2012 - UEFA.

CONCACAF[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: CONCACAF Futsal Championship 2012.

CONMEBOL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio a 5 2012 - CONMEBOL.

AFC[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: AFC Futsal Championship 2012.

CAF[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio a 5 2012 - CAF.

OFC[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: OFC Oceanian Futsal Championship 2011.

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Scelta della sede[modifica | modifica wikitesto]

La Thailandia ha battuto le candidature di Cina, Iran, Azerbaigian, Repubblica Ceca, Sri Lanka e Guatemala.

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Le partite si terranno in quattro sedi[3]

Palazzetto Indoor Stadium Huamark Nimibutr Stadium Korat Chatchai Hall
Immagine Nimibutr Stadium.jpg
Città Bangkok Bangkok Nakhon Ratchasima
Capienza 15.500 5.600 5.000

Il 5 novembre il comitato della FIFA ha deciso che la Futsal Arena non aveva rispettato tutti i criteri di sicurezza per disputare le partite dei quarti, semifinali e finale.I due quarti di finale si giocheranno al Nimibutr Stadium, mentre l'Indoor Stadium Huamark ospiterà le semifinali e la finale[4].

Mascotte[modifica | modifica wikitesto]

La mascotte ufficiale dell'evento è stata svelata il 17 gennaio 2012.

Consiste in un elefante antropomorfo giallo che indossa una maglietta fucsia e dei pantaloncini bianchi.

Canzone ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ufficiale del FIFA Futsal World Cup 2012 è "HEART & SOUL", singolo della band Thailandese Slot Machine.

Copertura televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Emittenti in chiaro Emittenti a pagamento
Italia Italia Rai Sport Eurosport

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

I sorteggi sono stati effettuati il 24 agosto a Bangkok. Le 24 squadre sono state divise in sei gruppi di quattro squadre.[5]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Convocati alla FIFA Futsal World Cup 2012.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Ucraina Ucraina 7 3 2 1 0 14 7 +7
2. Paraguay Paraguay 4 3 1 1 1 9 11 -2
3. Thailandia Thailandia 3 3 1 0 2 8 9 -1
4. Costa Rica Costa Rica 3 3 1 0 2 8 12 -4
Bangkok
1º novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Ucraina Ucraina 3 – 3
(1 - 1)
referto
Paraguay Paraguay Indoor Stadium Huamark (4.379 spett.)
Arbitri Panama Wenceslaos Aguilar
Panama Alexander Cline
Guatemala Carlos González

Bangkok
1º novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Thailandia Thailandia 3 – 1
(1 - 0)
referto
Costa Rica Costa Rica Indoor Stadium Huamark (4.379 spett.)
Arbitri Perù Héctor Rojas
Brasile Renata Leite
Ecuador Jaime Játiva

Bangkok
4 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Paraguay Paraguay 3 – 6
(2 - 0)
referto
Costa Rica Costa Rica Indoor Stadium Huamark (5.631 spett.)
Arbitri Italia Francesco Massini
Belgio Pascal Lemal
Portogallo Eduardo Fernandes

Bangkok
4 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Thailandia Thailandia 3 – 5
(0 - 5)
referto
Ucraina Ucraina Indoor Stadium Huamark (5.613 spett.)
Arbitri Cuba Sergio Cabrera
Messico Francisco Rivera
Isole Salomone Rex Kamusu

Bangkok
7 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Paraguay Paraguay 3 – 2
(3 - 1)
referto
Thailandia Thailandia Indoor Stadium Huamark (5.307 spett.)
Arbitri Russia Ivan Šabanov
Spagna Fernando Gutiérrez Lumbreras
Nigeria Saheed Ayeni

Nakhon Ratchasima
7 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Costa Rica Costa Rica 1 – 6
(0 - 3)
referto
Ucraina Ucraina Chatchai Hall (4.200 spett.)
Arbitri Uruguay Daniel Rodríguez
Argentina Dario Santamaria
Perù Héctor Rojas

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Spagna Spagna 7 3 2 1 0 15 6 +9
2. Iran Iran 7 3 2 1 0 8 6 +2
3. Panama Panama 3 3 1 0 2 14 15 -1
4. Marocco Marocco 0 3 0 0 3 5 15 -10
Bangkok
2 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Panama Panama 8 – 3
(1 - 3)
referto
Marocco Marocco Stadium Huamark (3.579 spett.)
Arbitri Figi Amitesh Bahari
Isole Salomone Rex Kamusu
Kirghizistan Nurdin Bukuev

Bangkok
2 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Spagna Spagna 2 – 2
(2 - 0)
referto
Iran Iran Stadium Huamark (3.579 spett.)
Arbitri Messico Francisco Rivera
Cuba Sergio Cabrera
Paraguay Joe Ruiz

Bangkok
5 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Marocco Marocco 1 – 2
(1 - 1)
referto
Iran Iran Stadium Huamark (1.409 spett.)
Arbitri Guatemala Carlos González
Costa Rica Geovanny Lopez
Brasile Sandro Brechane

Bangkok
5 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Spagna Spagna 8 – 3
(5 - 1)
referto
Panama Panama Stadium Huamark (1.409 spett.)
Arbitri Australia Scott Kidson
Libano Mohamad Chami
Corea del Sud Kim Jang-Kwan

Bangkok
8 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Iran Iran 4 – 3
(3 - 1)
referto
Panama Panama Nimibutr Stadium (1.400 spett.)
Arbitri Portogallo Eduardo Fernandes
Ungheria Gábor Kovács
Croazia Danijel Janošević

Bangkok
8 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Marocco Marocco 1 – 5
(0 - 3)
referto
Spagna Spagna Hua Mark Indoor Stadium (1.898 spett.)
Arbitri Giappone Naoki Miyatani
Kirghizistan Nurdin Bukuev
Cina Zhang Youze

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Brasile Brasile 9 3 3 0 0 20 2 +18
2. Portogallo Portogallo 4 3 1 1 1 11 9 +2
3. Giappone Giappone 4 3 1 1 1 10 11 -1
4. Libia Libia 0 3 0 0 3 3 22 -19
Nakhon Ratchasima
1º novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Libia Libia 1 – 5
(1 - 3)
referto
Portogallo Portogallo Chatchai Hall (4.298 spett.)
Arbitri Iran Alireza Sohrabi
Cina Zhang Youze
Uzbekistan Shuhrat Poʻlatov

Nakhon Ratchasima
1º novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Brasile Brasile 4 – 1
(1 - 0)
referto
Giappone Giappone Chatchai Hall (4.298 spett.)
Arbitri Ungheria Gábor Kovács
Russia Ivan Šabanov
Spagna Fernando Gutiérrez Lumbreras

Nakhon Ratchasima
4 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Portogallo Portogallo 5 – 5
(5 - 2)
referto
Giappone Giappone Chatchai Hall (4.350 spett.)
Arbitri Uruguay Daniel Rodríguez
Ecuador Jaime Játiva
Panama Alexander Cline

Nakhon Ratchasima
4 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Brasile Brasile 13 – 0
(5 - 0)
referto
Libia Libia Chatchai Hall (4.350 spett.)
Arbitri Croazia Danijel Janošević
Slovenia Borut Šivic
Inghilterra Mark Birkett

Nakhon Ratchasima
7 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Portogallo Portogallo 1 – 3
(1 - 1)
referto
Brasile Brasile Chatchai Hall (4.200 spett.)
Arbitri Panama Wenceslaos Aguilar
Panama Alexander Cline
Messico Francisco Rivera

Bangkok
7 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Giappone Giappone 4 – 2
(1 - 1)
referto
Libia Libia Indoor Stadium Huamark (5.307 spett.)
Arbitri Italia Francesco Massini
Belgio Pascal Leman
Egitto Said Kadara

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Italia Italia 9 3 3 0 0 17 5 +12
2. Argentina Argentina 6 3 2 0 1 14 5 +9
3. Australia Australia 3 3 1 0 2 5 17 -12
4. Messico Messico 0 3 0 0 3 4 13 -9
Bangkok
2 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Italia Italia 9 – 1
(4 - 0)
referto
Australia Australia Nimibitur Stadium (3.000 spett.)
Arbitri Mozambico Eduardo Mahumane
Egitto Said Kadara
Costa Rica Geovanny Lopez

Bangkok
2 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Argentina Argentina 5 – 1
(2 - 0)
referto
Messico Messico Nimibitur Stadium (2.400 spett.)
Arbitri Portogallo Eduardo Fernandes
Angola José Katemo
Slovenia Borut Šivic

Bangkok
5 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Australia Australia 3 – 1
(0 - 1)
referto
Messico Messico Nimibitur Stadium (3.800 spett.)
Arbitri Spagna Fernando Gutiérrez
Nigeria Saheed Ayeni
Russia Ivan Šabanov

Bangkok
5 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Argentina Argentina 2 – 3
(1 - 2)
referto
Italia Italia Nimibitur Stadium (3.800 spett.)
Arbitri Kirghizistan Nurdin Bukuev
Giappone Naoki Miyatani
Cina Zhang Youze

Bangkok
8 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Australia Australia 1 – 7
(1 - 3)
referto
Argentina Argentina Nimibitur Stadium (1.400 spett.)
Arbitri Inghilterra Mark Birkett
Rep. Ceca Karel Kenych
Belgio Pascal Lemal

Bangkok
8 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Messico Messico 2 – 5
(0 - 1)
referto
Italia Italia Stadium Huamark (1.898 spett.)
Arbitri Brasile Sandro Brechane
Paraguay Joel Ruiz
Colombia Oswaldo Gómez

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Serbia Serbia 7 3 2 1 0 12 5 +7
2. Rep. Ceca Rep. Ceca 4 3 1 1 1 7 11 -4
3. Egitto Egitto 3 3 1 0 2 11 9 +2
4. Kuwait Kuwait 3 3 1 0 2 8 13 -5
Bangkok
3 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Rep. Ceca Rep. Ceca 3 – 2
(1 - 0)
referto
Kuwait Kuwait Stadium Huamark (1.407 spett.)
Arbitri Argentina Dario Santamaría
Colombia Oswaldo Gomez
Brasile Renata Leite

Bangkok
3 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Egitto Egitto 1 – 3
(0 - 0)
referto
Serbia Serbia Stadium Huamark (1.407 spett.)
Arbitri Paraguay Joel Ruiz
Brasile Sandro Brechane
Cuba Sergio Cabrera

Bangkok
6 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Kuwait Kuwait 2 – 7
(0 - 3)
referto
Serbia Serbia Stadium Huamark (552 spett.)
Arbitri Brasile Renata Leite
Angola José Katemo
Mozambico Eduardo Mahumane

Bangkok
6 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Egitto Egitto 7 – 2
(2 - 1)
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca Stadium Huamark (552 spett.)
Arbitri Iran Alireza Sohrabi
Cina Zhang Youze
Giappone Naoki Miyatani

Bangkok
9 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Serbia Serbia 2 – 2
(1 - 0)
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca Stadium Huamark (1.370 spett.)
Arbitri Spagna Fernando Gutierrez Lumbreras
Russia Ivan Shabanov
Portogallo Eduardo Fernandes

Bangkok
9 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Kuwait Kuwait 4 – 3
(4 - 1)
referto
Egitto Egitto Stadium (1.152 spett.)
Arbitri Cuba Sergio Cabrera
Panama Wenceslaos Aguilar
Panama Alexander Cline

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Russia Russia 9 3 3 0 0 27 0 +27
2. Colombia Colombia 3 3 1 0 2 13 10 +3
3. Guatemala Guatemala 3 3 1 0 2 8 15 -7
4. Isole Salomone Isole Salomone 3 3 1 0 2 7 30 -23
Bangkok
3 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Guatemala Guatemala 5 – 2
(1 - 2)
referto
Colombia Colombia Stadium Huamark (2.300 spett.)
Arbitri Rep. Ceca Karel Henych
Inghilterra Marc Birkett
Italia Francesco Massini

Bangkok
3 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Russia Russia 16 – 0
(8 - 0)
referto
Isole Salomone Isole Salomone Stadium (2.300 spett.)
Arbitri Corea del Sud Jang Kwan Kim
Uzbekistan Shukhrat Pulatov
Libano Mohamad Chami

Bangkok
6 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Colombia Colombia 11 – 3
(3 - 3)
referto
Isole Salomone Isole Salomone Stadium Huamark (1.300 spett.)
Arbitri Slovenia Borut Šivic
Croazia Danijel Janošević
Ungheria Gábor Kovács

Bangkok
6 novembre 2012, ore 19:00 UTC+7
Russia Russia 9 – 0
(6 - 0)
referto
Guatemala Guatemala Stadium (1.300 spett.)
Arbitri Perù Héctor Rojas
Ecuador Jaime Játiva
Uruguay Daniel Rodríguez

Bangkok
9 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Isole Salomone Isole Salomone 4 – 3
(2 - 1)
referto
Guatemala Guatemala Stadium Huamark (1.152 spett.)
Arbitri Italia Francesco Massini
Belgio Pascal Lemal
Ungheria Gabor Kovacs

Bangkok
9 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Colombia Colombia 0 – 2
(0 - 1)
referto
Russia Russia Stadium Huamark (1.370 spett.)
Arbitri Australia Scott Kidson
Cina Youze Zhang
Libano Mohamad Chami

Confronto tra le terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Gr. Squadra Pt G V N P GF GS DR
C Giappone Giappone 4 3 1 1 1 10 11 -1
E Egitto Egitto 3 3 1 0 2 11 9 +2
B Panama Panama 3 3 1 0 2 14 15 -1
A Thailandia Thailandia 3 3 1 0 2 8 9 -1
F Guatemala Guatemala 3 3 1 0 2 8 15 -7
D Australia Australia 3 3 1 0 2 5 17 -12

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                           
11 novembre 2012            
 Paraguay Paraguay  1
14 novembre 2012
 Portogallo Portogallo  4  
 Portogallo Portogallo  3
12 novembre 2012
   Italia Italia  4  
 Italia Italia  5
16 novembre 2012
 Egitto Egitto  1  
 Italia Italia  1
11 novembre 2012
   Spagna Spagna  4  
 Spagna Spagna  7
14 novembre 2012
 Thailandia Thailandia  1  
 Spagna Spagna  3
12 novembre 2012
   Russia Russia  2  
 Russia Russia  3
18 novembre 2012
 Rep. Ceca Rep. Ceca  0  
 Spagna Spagna  2
12 novembre 2012
   Brasile Brasile  3
 Serbia Serbia  1
14 novembre 2012
 Argentina Argentina  2  
 Argentina Argentina  2
12 novembre 2012
   Brasile Brasile  3  
 Brasile Brasile  16
16 novembre 2012
 Panama Panama  0  
 Brasile Brasile  3
11 novembre 2012
   Colombia Colombia  1   Finale 3° posto
 Iran Iran  1
14 novembre 2012 18 novembre 2012
 Colombia Colombia  2  
 Colombia Colombia  3  Italia Italia  3
11 novembre 2012
   Ucraina Ucraina  1    Colombia Colombia  0
 Ucraina Ucraina  6
 Giappone Giappone  3  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Bangkok
11 novembre 2012, ore 16:00 UTC+7
Paraguay Paraguay 1 – 4
(0-2)
referto
Portogallo Portogallo Stadium Huamark (3.579 spett.)
Arbitri Uruguay Daniel Rodriguez
Rep. Ceca Karel Henych
Argentina Dario Santamaria

Bangkok
11 novembre 2012, ore 18:30 UTC+7
Ucraina Ucraina 6 – 3
(6-0)
referto
Giappone Giappone Stadium Huamark (3.579 spett.)
Arbitri Brasile Renata Leite
Angola Jose Katemo
Brasile Sandro Brechane

Bangkok
11 novembre 2012, ore 18:30 UTC+7
Spagna Spagna 7 – 1
(2-0)
referto
Thailandia Thailandia Nimibutr Stadium (4.170 spett.)
Arbitri Panama Alexander Cline
Ecuador Jaime Jativa
Guatemala Carlos González

Bangkok
11 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Iran Iran 1 – 2
(0-0)
referto
Colombia Colombia Nimibutr Stadium (4.170 spett.)
Arbitri Russia Ivan Shabanov
Ungheria Gabor Kovacs
Slovenia Borut Sivic

Nakhon Ratchasima
12 novembre 2012, ore 16:00 UTC+7
Italia Italia 5 – 1
(3-1)
referto
Egitto Egitto Chatchai Hall (3.644 spett.)
Arbitri Kirghizistan Nurdin Bukuev
Giappone Naoki Miyatani
Australia Scott Kidson

Nakhon Ratchasima
12 novembre 2012, ore 18:30 UTC+7
Brasile Brasile 16 – 0
(8-0)
referto
Panama Panama Chatchai Hall (3.644 spett.)
Arbitri Spagna Fernando Gutierrez Lumbreras
Italia Francesco Massini
Belgio Pascal Lemal

Bangkok
12 novembre 2012, ore 18:30 UTC+7
Russia Russia 3 – 0
(2-0)
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca Stadium Huamark (1.355 spett.)
Arbitri Panama Wenceslaos Aguilar
Cuba Sergio Cabrera
Messico Francisco Rivera

Bangkok
12 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Serbia Serbia 1 – 2
(0-2)
referto
Argentina Argentina Stadium Huamark (1.355 spett.)
Arbitri Perù Hector Rojas
Croazia Danijel Janosevic
Paraguay Joel Ruiz

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Bangkok
14 novembre 2012, ore 16:00 UTC+7
Argentina Argentina 2 – 3
(d.t.s.)
(2-0, 2-2)
referto
Brasile Brasile Stadium Huamark (3.007 spett.)
Arbitri Panama Wenceslao Aguilar
Angola Jose Katemo
Russia Ivan Shabanov

Bangkok
14 novembre 2012, ore 18:30 UTC+7
Colombia Colombia 3 – 1
(0-0)
referto
Ucraina Ucraina Stadium Huamark (3.007 spett.)
Arbitri Cuba Sergio Cabrera
Panama Alexander Cline
Spagna Fernando Gutierrez Lumbreras

Bangkok
14 novembre 2012, ore 18:30 UTC+7
Portogallo Portogallo 3 – 4
(d.t.s.)
(3-0, 3-3)
referto
Italia Italia Nimibutr Stadium (3.100 spett.)
Arbitri Rep. Ceca Karel Henych
Brasile Renata Leite
Argentina Daniel Rodriguez

Bangkok
14 novembre 2012, ore 21:00 UTC+7
Spagna Spagna 3 – 2
(3-1)
referto
Russia Russia Nimibutr Stadium (3.100 spett.)
Arbitri Inghilterra Marc Birkett
Ungheria Gabor Kovacs
Australia Scott Kidson

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Bangkok
16 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Italia Italia 1 – 4
(0-1)
referto
Spagna Spagna Indoor Stadium Huamark (4.597 spett.)
Arbitri Kirghizistan Nurdin Bukuev
Giappone Naoki Miyatani
Australia Scott Kidson

Bangkok
16 novembre 2012, ore 19:30 UTC+7
Brasile Brasile 3 – 1
(1-1)
referto
Colombia Colombia Indoor Stadium Huamark (4.597 spett.)
Arbitri Uruguay Daniel Rodriguez
Russia Ivan Shabanov
Cuba Sergio Cabrera

Finale 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

Bangkok
18 novembre 2012, ore 17:00 UTC+7
Italia Italia 3 – 0
(0-0)
referto
Colombia Colombia Indoor Stadium Huamark (5.685 spett.)
Arbitri Angola Jose Katemo
Australia Scott Kidson
Rep. Ceca Karel Henych

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Bangkok
18 novembre 2012, ore 19:30 UTC+7
Spagna Spagna 2 – 3
(d.t.s.)
(0-0, 2-2)
referto
Brasile Brasile Indoor Stadium Huamark (5.685 spett.)
Arbitri Perù Hector Rojas
Inghilterra Marc Birkett
Cuba Sergio Cabrera

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Spagna
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Brasile

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Vincitore
Brasile
Brasile
5º titolo


Vice-campione Spagna Spagna
3º posto Italia Italia
4º posto Colombia Colombia


Premio adidas Golden Shoe
(miglior marcatore):
Trofeo FIFA Fair Play: Premio adidas Golden Glove
(miglior portiere):
Premio adidas Golden Ball
(miglior giocatore):
Russia Éder Lima
Italia Rodolfo Fortino
Brasile Fernandinho
Argentina Argentina Italia Stefano Mammarella Brasile Neto
Spagna Kike
Portogallo Ricardinho

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Gli arbitri nominati per il torneo sono :[6]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

9 gol
8 gol
7 gol
6 gol
5 gol
4 goal
3 gol
2 gol
1 gol
Autogol

Cartellini[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Ammonizione Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg Red card.svg
Portogallo Portogallo 11 1 1
Panama Panama 9 1 1
Spagna Spagna 15 0 0
Paraguay Paraguay 8 1 0
Thailandia Thailandia 11 0 0
Egitto Egitto 11 0 0
Kuwait Kuwait 7 1 0
Iran Iran 7 0 1
Brasile Brasile 8 1 0
Giappone Giappone 6 0 1
Colombia Colombia 7 0 1
Guatemala Guatemala 2 1 1
Isole Salomone Isole Salomone 5 0 1
Costa Rica Costa Rica 6 0 0
Libia Libia 6 0 0
Marocco Marocco 6 0 0
Rep. Ceca Rep. Ceca 6 0 0
Russia Russia 6 0 0
Serbia Serbia 2 1 0
Argentina Argentina 5 0 0
Italia Italia 5 0 0
Messico Messico 3 0 0
Ucraina Ucraina 3 0 0
Australia Australia 2 0 0

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il Brasile si era presentato nella prima partita con una maglia che riportava, sopra lo stemma, sei stelle con riferimento ai campionati mondiali vinti (2 FIFUSA e 4 FIFA). Tuttavia la FIFA stabilì che due andavano tolte in quanto vinte quando la stessa federazione non c'era. Il presidente della Confederazione brasiliana di calcio Sala (CBFS), Aecio de Borba Vasconcelos, dichiarò che la squadra brasiliana avrebbe lasciato la competizione se non si fosse arrivati ad un accordo, ma di fatto accettò di giocare il resto del campionato con una maglia avente quattro stelle[8]; infatti, dalla seconda partita contro la Libia, la squadra ha seguito le decisioni della FIFA utilizzando una uniforme con delle bende di copertura sopra le due stelle a causa della mancanza di tempo per la realizzazione di nuove divise.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) FIFA, FIFA calendar, su fifa.com. URL consultato il 14 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  2. ^ (EN) FIFA, Executive Committee approves voting process, su fifa.com, 29 ottobre 2010. URL consultato il 29 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2010).
  3. ^ (EN) FIFA, Futsal World Cup to kick off on 1 November, su fifa.com, 27 febbraio 2012. URL consultato il 12 aprile 2012.
  4. ^ (EN) FIFA.com, Indoor Stadium Huamark per ospitare la finale della Coppa del Mondo di Futsal, su fifa.com, 6 novembre 2012. URL consultato il 6 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 novembre 2012).
  5. ^ (EN) FIFA, Futsal World Cup schedule confirmed, su fifa.com, 4 aprile 2012. URL consultato il 12 aprile 2012.
  6. ^ (PT) FIFA.com, List of FIFA referees and assistant referees – FIFA Futsal World Cup Thailand 2012 (PDF), su pt.fifa.com. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  7. ^ Arbitro di riserva.
  8. ^ Redazione Sportitalia, Mondiali calcio a 5: Brasile intima il ritiro per il caso delle stelle sulla maglia, su sportitalia.com, 1º novembre 2012. URL consultato il 17 novembre 2012.
  9. ^ (PT) UOL Esporte, Brasil desiste de polêmica e jogará com esparadrapos e quatro estrelas no uniforme, su esporte.uol.com.br, 3 novembre 2012. URL consultato il 17 novembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio