Fëdor Alekseevič Minin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Fëdor Alekseevič Minin, in russo: Фёдор Алексеевич Минин? (1709 – ...), è stato un esploratore russo. Uno dei primi esploratori russi dell'Artico, ha partecipato alla Seconda spedizione in Kamčatka [1].

Mappa russa dell'Estremo Oriente (1745).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato intorno al 1709 si è diplomato all'Accademia navale nel 1726[2]. Nel 1736 è stato assegnato al distaccamento Ob'-Enisej[3] della Seconda spedizione in Kamchatka, agli ordini di Dmitrij Leont'evič Ovcyn. Nel 1738-1740, è stato a capo di un gruppo inviato ad esplorare la costa dell'oceano Artico a est del fiume Enisej. A bordo della Obi-Počtal'on Minin ha fatto diversi tentativi di circumnavigare la penisola del Tajmyr a nord e ha raggiunto i 75° 15' N. Insieme a Dmitrij Vasil'evič Sterlegov, ha mappato questa parte della costa dell'Oceano Artico[4]. Ha realizzato la prima mappatura della costa siberiana dalla foce del fiume Enisej per 250 km verso est fino alla foce del Pjasina e stilato una descrizione dell'isola di Dikson[2].

Luoghi che portano il suo nome[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Detta anche "Grande spedizione del Nord" (in russo: Великая Северная экспедиция).
  2. ^ a b Федор Алексеевич Минин (1709—неизв.) Archiviato il 27 febbraio 2012 in Internet Archive.
  3. ^ Обско-Енисейский отряд (1733—1742) Archiviato il 19 ottobre 2013 in Internet Archive.
  4. ^ Минин Федор Алексеевич
  5. ^ Mappa S-44-XXI,XXII

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie