Evgenij Alekseevič Preobraženskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Evgenij Alekseevič Preobraženskij

Evgenij Alekseevič Preobraženskij (in russo: Евгений Алексеевич Преображенский?; Bolchov, 27 febbraio 1886, 15 febbraio del calendario giulianoMosca, 13 luglio 1937) è stato un rivoluzionario, economista e sociologo sovietico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Membro del Partito Operaio Socialdemocratico Russo dal 1903, fu più volte arrestato dalla polizia zarista e nel 1909 venne deportato nel governatorato di Irkutsk. Fu amnistiato dopo la Rivoluzione di febbraio del 1917, e a seguito della Rivoluzione d'ottobre rivestì vari ruoli nei comitati territoriali del Partito bolscevico. Dal 1920 al 1921 fu membro del Comitato Centrale, della Segreteria e dell'Orgburo. Sostenitore dell'Opposizione di sinistra, venne espulso dal partito nel 1927 e l'anno successivo venne esiliato a Ural'sk fino al maggio 1929. Nel 1930 fu reintegrato nel partito, ma nel 1933 venne arrestato e di nuovo espulso per alcuni mesi. Imprigionato ancora una volta nel dicembre 1936, venne giustiziato nel luglio dell'anno successivo.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (RU) Preobraženskij Evgenij Alekseevič, su Spravočnik po istorii Kommunističeskoj partii i Sovetskogo Sojuza 1898-1991. URL consultato l'8 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10772256 · ISNI (EN0000 0001 0869 7939 · LCCN (ENn79145580 · GND (DE124154336 · BNF (FRcb169004715 (data) · BNE (ESXX1209189 (data) · NDL (ENJA00453282 · WorldCat Identities (ENlccn-n79145580