Evelyn Beatrice Hall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Evelyn Beatrice Hall (Shooter's Hill, 28 settembre 1868Wadhurst, 13 aprile 1956) è stata una scrittrice e biografa britannica che ha scritto sotto lo pseudonimo di S.G. Tallentyre (o Stephen G. Tallentyre).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È conosciuta soprattutto per la sua biografia sul filosofo francese Voltaire, Gli amici di Voltaire, completata nel 1906. Fu lei a scrivere la frase, spesso erroneamente attribuita a Voltaire, «I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it» («Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo»)[1], come un'illustrazione del pensiero di Voltaire.[2][3] Tale frase è nota anche nella leggera variante, «Non sono d'accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu possa dirlo». E la frase stessa è stata presa come posizione democratica e baluardo da Sandro Pertini[senza fonte].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ S. G. Tallentyre, The Friends of Voltaire, London, J. Murray, 1906, p. 199.
  2. ^ Paul F. Boller, Jr., George, John, They Never Said It: A Book of Fake Quotes, Misquotes, and Misleading Attributions, New York, Oxford University Press, 1989, pp. 124-126, ISBN 0-19-505541-1.
  3. ^ Burdette Kinne, Voltaire Never Said it!, in Modern Language Notes, vol. 58, n. 7, 1943, pp. 534–535, DOI:10.2307/2911066. URL consultato il 15 settembre 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6180035 · ISNI (EN0000 0001 0782 887X · BAV 495/54135 · Europeana agent/base/68704 · LCCN (ENn50055031 · GND (DE127458581 · J9U (ENHE987007301791105171 · WorldCat Identities (ENviaf-1146462816727780731