Eusebio Garavini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Eusebio Garavini (Forlì, 23 luglio 1878Torino, 6 maggio 1947) è stato un imprenditore e carrozziere italiano fondatore della Carrozzeria Garavini.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La formazione[modifica | modifica wikitesto]

Di origini romagnole, figlio di Fortunato e Clotilde Tesei, nel 1899 si trasferì a Torino per lavorare come operaio nelle officine Diatto, dove, dopo breve tempo, gli vennero affidate mansioni di responsabilità nei reparti di lavorazione.

Passò poi alla Locati e Torretta e infine, con la qualifica di direttore tecnico, alla carrozzeria Taurus di Torino.[1]

La Carrozzeria Garavini[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1908 rilevò la carrozzeria Piemonte che aveva, nel suo programma aziendale, la produzione di vetture a cavalli e scocche per veicoli a motore di qualsiasi tipo.

L'azienda, sotto la sua guida conseguì ottimi risultati tanto che nel 1911 venne trasformata nella società G. Diatto - E. Garavini & C.

Altri partecipanti all'impresa, ubicata a Torino in corso Regina Margherita, furono G. ed E. Diatto, G. Fissore, F. Tosa e G.B. Ceirano.[1]

L'11 aprile 1918 si trasformò nella s.a.s. E. Garavini & C.

La Carrozzeria Garavini divenne una delle carrozzerie più rinomate tra le due guerre.

Eusebio Garavini mantenne fino alla morte la carica di presidente e direttore generale della Carrozzeria Garavini.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Per anni fu presidente dell’associazione carrozzieri.

Fu il fondatore della Società Torinese Ossigeno e della S.A.C.O per la lavorazione del vetro per l’industria automobilistica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b GARAVINI, Eusebio in "Dizionario Biografico", su www.treccani.it. URL consultato il 12 marzo 2018.