European Policy Centre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La sala conferenze dello European Policy Centre a Bruxelles.
L'edificio che ospita la sede dell'EPC a Bruxelles.

Lo European Policy Centre (EPC) è un think-tank belga dedicato alla ricerca sugli affari europei, con sede a Bruxelles.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il Direttore esecutivo dell'EPC è Fabian Zuleeg, economista tedesco,[1] mentre il Direttore degli Studi è Janis A. Emmanouilidis, scienziato politico ed economista di origini greco-tedesche [2]. I 21 analisti dell'EPC conducono ricerca e analisi, organizzano dibattiti tra specialisti ed eventi con stakeholder di vario tipo.

Il lavoro di ricerca dell'EPC si struttura in cinque programmi principali:

  • Politiche ed Istituzioni europee (diretto da Corina Stratulat, Ricercatrice Senior)
  • Migrazioni europee e Diversità (diretto da Marie de Somer, Ricercatrice Senior)
  • Prosperità Sostenibile per l'Europa (diretto da Annika Hedberg, Ricercatrice Senior)
  • Europa Sociale e Benessere (diretto da Claire Dhéret, Ricercatrice Senior)
  • Europa nel Mondo (diretto da Giovanni Grevi, Ricercatore Senior)

Finanziamenti[modifica | modifica wikitesto]

L'EPC riceve finanziamenti da varie fonti, tra cui i suoi partner strategici: la Fondazione Re Baldovino, con sede in Belgio, Stiftung Mercator, con sede in Germania e la Adessium Foundation, con sede nei Paesi Bassi. Il finanziamento dell'EPC si basa sulle iscrizioni a pagamento dei membri e su sovvenzioni da parte dell'Unione Europea (UE) e altre organizzazioni locali e internazionali.

Governance[modifica | modifica wikitesto]

Herman Van Rompuy è il presidente dell'EPC e dirige il suo Comitato consultivo[3], che include alcuni attori chiave dell'UE, tra cui: Joaquin Almunia, Maria Joào Rodrigues, Lord Kerr di Kinlochard, Danuta Hübner, Janez Potočnik, André Sapir, Wolfgang Schüssel, Rita Süssmuth e Jacek Saryusz-Wolski.

L'Assemblea Generale e il Consiglio di Amministrazione dell'EPC[4] sono entrambi presieduti da Paul Skytte Christoffersen, ex Ambasciatore di Danimarca in Belgio e Rappresentante Permanente presso l'UE.

Tra i precedenti presidenti dell'EPC ci sono Peter Sutherland (1998-2011) e Philippe Maystadt (2011-2014), mentre tra quelli del Consiglio d'Amministrazione ci sono Hywel Ceri Jones, fondatore del Programma Erasmus, Antonio Vitorino e Meglena Kuneva, ex Commissari europei.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

L'EPC conta tra i suoi membri iscritti circa 350 organizzazioni di vario tipo: ambasciate diplomatiche, compagnie private, NGO, autorità locali e regionali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]