EuroBillTracker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Logo

EuroBillTracker (EBT) è un sito web attivo dal 1º gennaio 2002 volto a ricostruire, attraverso la libera collaborazione degli iscritti, la circolazione delle banconote euro, tramite la segnalazione del loro numero di serie. È stato ispirato da un analogo servizio presente già da tempo negli Stati Uniti d'America, Where's George?[1][2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La circolazione fisica dell'euro, sotto forma di banconote e monete, ha avuto inizio il 1º gennaio 2002 in 12 degli allora 15 stati membri dell'Unione europea; nella stessa data ha avuto inizio il servizio di EuroBillTracker, ad opera del fondatore Philippe Girolami.

Il numero di collaboratori alla gestione del sito è cresciuto con il passare degli anni; EBT è rimasto comunque un sito senza scopi di lucro, in nessun modo legato all'Unione europea, la Banca centrale europea o altre istituzioni comunitarie o nazionali.

Caratteristiche e funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Una rappresentazione grafica che associa, a ciascun paese della zona euro, il rapporto fra le banconote rintracciate in almeno un'occasione e il numero totale di banconote segnalate dagli utenti. I toni verdi indicano percentuali di ritrovamento più elevate.

EuroBillTracker conta sulla collaborazione di un vasto numero di utenti provenienti da qualsiasi paese del mondo (non necessariamente appartenenti alla zona euro), ai quali viene richiesto di inserire il numero di serie delle banconote di cui entrano in possesso, unitamente alla località del ritrovamento. Terminato l'inserimento, l'utente può visualizzare tutti i commenti inseriti da altri partecipanti entrati precedentemente in possesso della stessa banconota, e ricostruirne quindi l'itinerario.

L'analisi del complesso dei dati inseriti dagli utenti nel corso del tempo permette di risalire a molteplici informazioni sulla circolazione delle eurobanconote:

  • L'utente può scegliere di essere avvisato tramite posta elettronica quando una banconota da lui segnalata in passato entra in possesso di un altro partecipante.
  • È possibile visualizzare grafici di diffusione che stimano la percentuale di banconote provenienti dalle diverse zecche nazionali presenti in ciascun paese; tali statistiche, aggiornate mensilmente, consentono di osservare il rapido processo di rimescolamento delle banconote nell'eurozona.
  • Sono inoltre disponibili dati statistici sulle nazioni (anche extraeuropee) e sulle città caratterizzate dal maggior numero di segnalazioni, o di ritrovamenti di banconote già segnalate.

Community[modifica | modifica wikitesto]

La crescente popolarità di EuroBillTracker ha portato alla nascita di una vera e propria comunità virtuale di "tracciatori" ("trackers"), in particolar modo (in rapporto alla popolazione complessiva) in Finlandia, Austria, Slovenia, Germania, Portogallo, Paesi Bassi e Belgio. Come si può osservare nella cartina a lato, in questi paesi, oltre che in paesi piccoli ed isolati con densità non troppo bassa di utenti (Cipro, Malta, Estonia), si concentra dunque anche la maggiore densità di hit.

A partire dal 2004 sono stati organizzati incontri annuali continentali fra gli utenti del sito, che si svolgono ogni anno in estate in un diverso stato della zona euro. Dal 2009 all'incontro estivo si affianca un appuntamento invernale.

A questi incontri si aggiungono analoghi incontri a livelli nazionale.

Associazione e gestione[modifica | modifica wikitesto]

A differenza di altri siti e social network, Eurobilltracker è un sito che appartiene ai propri stessi utenti, e non ad un privato. Il sito, il database ed il forum collegato, infatti, appartengono e sono amministrati dall'Association Européenne des EuroBillTrackers (Associazione Europea degli Eurobilltrackers), un'associazione senza scopo di lucro, avente sede in Francia. La partecipazione all'associazione è libera, è sufficiente avere inserito almeno un biglietto nel database e pagare la modica quota annuale; tutte le cariche all'interno dell'associazione sono elettive e sono ripartite in modo da garantire una rappresentanza a tutte le componenti culturali presenti nell'Eurozona.

Eurobilltracker, pertanto, costituisce un esempio di gestione democratica del web. Da notare come la gestione del sito ed il suo uso siano due cose separate: chiunque, infatti, può tracciare banconote, senza alcun bisogno di farsi socio.

Dati statistici[modifica | modifica wikitesto]

EuroBillTracker conta circa 196.600 utenti[3], che hanno segnalato complessivamente i numeri di serie di oltre 152 milioni di eurobanconote[4], per un valore di oltre 2 miliardi e 850 milioni di euro. Il numero totale di banconote rintracciate da almeno due utenti diversi è pari a 873.500.

Nazioni che hanno maggiormente contribuito[3]
Banconote inserite[5] Hit ottenute[6]
Posizione Nazione Banconote inserite Posizione Nazione Hit Percentuale
1. Germania Germania 46 755 802 1. Finlandia Finlandia 323 668 1,67%
2. Finlandia Finlandia 19 364 200 2. Germania Germania 248 344 0,53%
3. Belgio Belgio 19 048 571 3. Belgio Belgio 123 212 0,65%
4. Paesi Bassi Paesi Bassi 17 617 938 4. Paesi Bassi Paesi Bassi 122 368 0,69%
5. Austria Austria 13 097 510 5. Austria Austria 98 537 0,75%
6. Italia Italia 7 622 205 6. Slovenia Slovenia 38 749 1,04%
7. Portogallo Portogallo 6 925 012 7. Portogallo Portogallo 12 620 0,18%
8. Francia Francia 6 866 433 8. Italia Italia 10 229 0,13%
9. Spagna Spagna 5 075 116 9. Francia Francia 8 204 0,12%
10. Slovenia Slovenia 3 736 911 10. Estonia Estonia 5 815 1,04%
11. Irlanda Irlanda 1 122 441 11. Spagna Spagna 5 224 0,10%
12. Slovacchia Slovacchia 1 084 134 12. Slovacchia Slovacchia 4 318 0,40%
13. Malta Malta 1 014 764 13. Malta Malta 2 518 0,25%
14. Grecia Grecia 962 898 14. Grecia Grecia 1 029 0,10%
15. Estonia Estonia 561 356 15. Irlanda Irlanda 1 027 0,09%

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Euro Bill Tracker Reaches 50,000 Registered Bills In 15 Weeks Time, Cartella stampa del 12 aprile 2002
  2. ^ J. Saranow, "Follow the Money", The Wall Street Journal, 9 dicembre 2002
  3. ^ a b Dato aggiornato al 31 gennaio 2016
  4. ^ EuroBillTracker – Statistiche, it.eurobilltracker.com. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  5. ^ Si intendono le banconote inserite da utenti della nazione indicata, a prescindere dallo stato in cui la banconota sia stata stampata
  6. ^ Si intendono le banconote inserite, almeno una volta, da un utente della nazione indicata, a prescindere dallo stato in cui la banconota sia stata stampata. Ogni banconota inserita da almeno due utenti contribuisce quindi ad accrescere il numero di hit di tutte le nazioni interessate

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]