Eugenio Siena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eugenio Siena (Milano, 1º aprile 1905Tripoli, 15 maggio 1938) è stato un pilota automobilistico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Partenza del Gran Premio di Tunisia del 1932: Siena è in terza fila con il numero 16 tra Varzi n° 18 e De Maleplane n° 14.

Cugino di Giuseppe Campari,[1] fu meccanico e collaudatore per l'Alfa Romeo (assistente di Enzo Ferrari).

In seguito, entrò nella Scuderia Ferrari 1930-34.[2] Siena vinse la 24 Ore di Spa nel 1932 con Antonio Brivio in Alfa Romeo 8C, e giunse secondo alla Mille Miglia del 1934 con Tazio Nuvolari. Gestì la Scuderia Siena e corse per la Maserati 1934-36, quindi passò alle voiturette.

Morì in un incidente al Gran Premio di Tripoli del 1938, guidando un'Alfa Tipo 312.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]