Eugenio Levi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Eugenio Levi (Milano, 24 aprile 1876Milano, 2 settembre 1966) è stato un critico letterario italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Redattore de "Il Convegno"[1], nei primi decenni del Novecento pubblicò per la "Biblioteca del popolo" dell'editore Sonzogno, nella serie i grandi poemi riassunti , edizioni compendiate di classici dell'epica. Nel secondo dopoguerra curò edizioni commentate di classici del teatro come Goldoni e Molière.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Il comico di carattere da Teofrasto a Pirandello, Torino, Einaudi, 1959 ("Premio speciale per un saggio sul teatro" al Premio Viareggio)
  • Il lettore inquieto, Milano, Il saggiatore, 1964

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Materiali d'archivio sulla sua attività nella redazione nel "Fondo Enzo Ferrieri" conservato presso la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario generale degli autori italiani contemporanei, Firenze, Vallecchi, 1974, ad vocem
  • Guido Lopez, Eugenio Levi, critico e moralista, in Scritti in memoria di Umberto Nahon, Gerusalemme, Fondazioni Sally Mayer, 1978, pp. 117–165

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN112598787 · ISNI (EN0000 0001 0936 6410 · BAV 495/318435 · LCCN (ENn84175549 · BNF (FRcb115423051 (data) · J9U (ENHE987007264561205171