Eugenio Ferdinando Palmieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eugenio Ferdinando Palmieri

Eugenio Ferdinando Palmieri (Vicenza, 1903Bologna, 1968) è stato un giornalista, poeta e drammaturgo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Drammaturgo, critico teatrale, ha collaborato con il Resto del Carlino, La Notte, Il Tempo, Epoca e Candido.

Nel 1960 ha vinto il Premiolino «per la sua rubrica a firma "Belverde" che tratta argomenti di attualità con garbati intenti moralistici e singolare linguaggio»[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La dama inamorada, tre atti veneziani, Bologna, Patria ed Arte, 1926
  • Tic tac, commedia in tre atti, Bologna, Patria ed Arte, 1927
  • Almanacco del Polesine, con Giuseppe Marchiori, Lendinara, Lo Spighi, 1932
  • Teatro italiano del nostro tempo, Bologna, Testa, 1939
  • Vecchio cinema italiano, Venezia, Zanetti, 1940
  • La frusta cinematografica, Bologna, Poligrafici Il resto del Carlino, 1941
  • Il teatro veneto, Milano, Poligono, 1948
  • Poesie, Venezia, Neri Pozza, 1950
  • Teatro in dialetto, con Federico Zanardi, Torino, ERI, 1960
  • Cronache del teatro, con Sandro D'Amico, Bari, Laterza, 1963
  • Commedie in veneto, Padova, Bino Rebellato Editore, 1969
  • Del teatro in dialetto: saggi e cronache, Venezia, Edizioni del Ruzante, 1976
  • Strampalata in rosablu, ovvero Arlecchino e Allegria oggi sposi, Pesaro, Metauro, 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Motivazione ufficiale, premiolino.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Daniela Sacco, PALMIERI, Eugenio Ferdinando, su Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 80, Treccani, 2014. URL consultato il 25-09-2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN305123866 · LCCN: (ENn83137595 · SBN: IT\ICCU\CFIV\096940 · ISNI: (EN0000 0003 9415 3974 · GND: (DE17231609X · BNF: (FRcb134941560 (data)