Eugene Levy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eugene Levy a Beverly Hills nel 2011.

Eugene Levy (Hamilton, 17 dicembre 1946) è un attore, comico, regista, doppiatore, produttore e sceneggiatore canadese.

Nel corso della sua lunga carriera si è distinto sia come attore che comico televisivo, entrando nel cast della serie canadese Second City Television (1976-1984). Raggiunge la sua notorietà internazionale interpretando il ruolo di Noah Levenstein nella serie American Pie. Dal 2015 al 2020 interpreta Johnny Rose, nella pluripremiata sitcom canadese Schitt's Creek.

È vincitore di quattro Emmy Award (su un totale di otto candidature) è un Grammy Award, mentre nel 2006 è stato inserito tra le celebrità del Canada's Walk of Fame.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di famiglia ebraica, è famoso soprattutto per il ruolo di Noah Levenstein nella serie American Pie.

Nella sua carriera ha lavorato accanto a Steve Martin, Martin Short, Christopher Guest, Catherine O'Hara e John Candy.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Levy è sposato dal 1977 con la sceneggiatrice Deborah Divine, con cui ha avuto due figli: Dan (1983) e Sarah (1987).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

La stella di Eugene Levy della Canada's Walk of Fame.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • The Sunshine Hour – serie TV (1976)
  • Stay Tuned – serie TV (1976)
  • The Lovebirds – film TV (1979)
  • King of Kensington – serie TV, episodi 1x07-5x04 (1975-1979)
  • From Cleveland – film TV (1980)
  • Second City TV – serie TV, 73 episodi (1976-1981)
  • SCTV Network 90 – serie TV, 38 episodi (1981-1983)
  • SCTV Channel – serie TV, 18 episodi (1983-1984)
  • The Last Polka – film TV (1985)
  • George Burns Comedy Week – serie TV, episodio 1x02 (1985)
  • The Canadian Conspiracy – film TV (1985)
  • Dave Thomas: The Incredible Time Travels of Henry Osgood – film TV (1986)
  • Disneyland – serie TV, episodio 31x23 (1987)
  • The Ray Bradbury Theater – serie TV, episodio 2x02 (1988)
  • Biographies: The Enigma of Bobby Bittman – film TV (1988)
  • I, Martin Short, Goes Hollywood – film TV (1989)
  • Strano amore – film TV (1992)
  • Maniac Mansion – serie TV, episodio 3x17 (1993)
  • The Martin Short Show – serie TV, episodio 1x02 (1994)
  • Harrison Bergeron – film TV (1995)
  • La strada per Avonlea – serie TV, episodio 7x06 (1996)
  • The Drew Carey Show – serie TV, episodio 3x17 (1998)
  • Hiller and Diller – serie TV, 13 episodi (1997-1998)
  • Innamorati pazzi – serie TV, episodio 6x22 (1998)
  • Sea World/Busch Gardens Adventures: Hidden Key – film TV (1998)
  • The Wonderful World of Disney – serie TV, episodio 2x22 (1999)
  • D.O.A. – film TV (1999)
  • The Sports Pages – film TV (2001)
  • Club Land – film TV (2001)
  • The Kid – film TV (2001)
  • Committed – serie TV, 12 episodi (2001)
  • Off Centre – serie TV, episodi 1x20-2x04 (2002)
  • Greg the Bunny – serie TV, 13 episodi (2002-2004)
  • Hitched – film TV (2010)
  • I, Martin Short, Goes Home – film TV (2012)
  • Package Deal – serie TV, episodi 1x01-1x02-1x06 (2013)
  • Working the Engels – serie TV, episodi 1x05 (2014)
  • Schitt's Creek – serie TV, 80 episodi (2015-2020)

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, è doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine del Canada
«Rinomato attore comico, regista, produttore e scrittore, Eugene Levy ha conquistato il pubblico di tutto il mondo. Alunno di Second City, da allora ha recitato in più di 50 film. È ancora in contatto con le sue radici canadesi come mentore degli studenti di commedia dell'Humber College e grazie al suo impegno con organizzazioni come Shalom Village, a Hamilton; l'Autism Society; e la National Arts Centre Orchestra.»
— nominato il 26 maggio 2011, investito il 4 novembre 2011[1]
Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II
— 2012[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10059396 · ISNI (EN0000 0000 7357 1497 · Europeana agent/base/149025 · LCCN (ENno98116295 · GND (DE1218172436 · BNF (FRcb14198967f (data) · BNE (ESXX1487949 (data) · NLA (EN42363773 · WorldCat Identities (ENlccn-no98116295