Etisalat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emirates Telecommunications Corporation
Logo
StatoEmirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Fondazione5 ottobre 1976
Sede principaleAbu Dhabi
Persone chiave
  • Mohammed Hassan Omran, AD
  • Mohammed Al Qamzi, presidente del CDA
SettoreTelecomunicazioni
ProdottiTelefonia, Internet
Fatturato31,900 miliardi (2010)
Dipendenti11,000 (2009)
Sito web

La Emirates Telecommunications Corporation nota anche come Etisalat è un'azienda multinazionale di telefonia cellulare e fissa con sede ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti. Ha partecipazioni in 15 paesi, e conta 135[1] milioni di clienti al mondo. Nel 2012 la società è stata nominata la più influente di tutto il Medio Oriente[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Emirates Telecommunication Corporation - Etisalat è stata fondata nel 1976 come società per azioni tra Internazionale AERadio Limited, una società britannica, e partner locali. Nel 1983 la proprietà è cambiata, infatti il governo degli Emirati Arabi Uniti ha tenuto per sé una quota del 60% della società e il restante 40% sono state quotate in borsa. Nel 1991 il governo degli Emirati Arabi Uniti ha varato la legge federale nº1, che ha dato la società il diritto di fornire le telecomunicazioni cablate e wireless nel paese e tra Emirati Arabi Uniti e in altri paesi. Inoltre, ha concesso all'azienda il diritto di rilasciare licenze per possedere, l'importazione, la produzione, l'uso o il funzionamento delle apparecchiature di telecomunicazione. Questa pratica ha dato al Etisalat sia poteri normativi e di controllo, che ha completato il monopolio del gigante delle telecomunicazioni negli Emirati Arabi Uniti. L'aumento delle linee di cambio da 36.000 nel 1976 a oltre 737.000 nel 1998 è stato uno degli indicatori più importanti della crescita e dello sviluppo del Etisalat. Un traguardo importante è stato l'inizio di operazioni internazionali nel gennaio 2001, quando sotto il marchio di Ufone ha iniziato ad operare fuori da Islamabad.[3] Etisalat Oggi si trova tra i 140 Financial Times Top in tutto il mondo in termini di capitalizzazione di mercato, ed è classificato dalla rivista Medio Oriente la sesta più grande azienda in Medio Oriente in termini di capitalizzazione e ricavi. La Corporation è il maggior contribuente al di fuori del settore petrolifero ai programmi di sviluppo del governo federale degli Emirati Arabi Uniti.

Paesi in cui opera Etisalat[modifica | modifica wikitesto]

Etisalat UAE[modifica | modifica wikitesto]

Etisalat negli Emirati Arabi Uniti ha sede ad Abu Dhabi e comprende tre uffici regionali - Abu Dhabi, Dubai, ed Emirati del Nord.

Regione Abu Dhabi

Persone chiave:

  • Etisalat Presidente: Mohamed Hassan Omran
  • Etisalat CEO: Ahmad Abdulkarim Julfar
  • Etisalat A / CEO: Nasser Bin Abood
  • Senior Vice President Marketing: Khalifa Al Forah Al Shamsi
  • Gruppo di Senior Vice President - Corporate Communications: Ahmed Bin Ali

Negli Emirati Arabi Uniti, Etisalat opera dove la penetrazione mobile è già tra i più alti al mondo "200%",[4] Etisalat divenne noto per il suo impegno la realizzazione delle rete di Fibre-To-The-Home (FTTH) negli Emirati Arabi Uniti. Entro la fine del 2009 Etisalat ha completato la FTTH roll-out per l'85% delle famiglie ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti. Diventando il primo al mondo ad essere ricoperto da fibra[5]

L'infrastruttura avanzata permette l'utilizzo delle applicazioni tecnologiche più avanzate per il mercato degli Emirati Arabi Uniti. L'internet ad alta velocità a banda larga consente agli utenti di godere di più applicazioni a banda larga come l'IPTV e il gioco online in un'interfaccia unico integrato per i servizi di rete fissa, Internet e televisione-based, che fornisce una vera esperienza convergente casa digitale ai propri clienti.[6]

Negli Emirati del Nord il centro regionale ha sede a Sharjah e copre il settore delle telecomunicazioni le operazioni negli Emirati di Ajman, Umm Al Quwain, Fujairah e Ras Al Khaimah.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Etisalat tops 100m subscribers, thenational.ae. URL consultato il 10 febbraio 2011.
  2. ^ Etisalat named Most Powerful Company in UAE - Khaleej Times
  3. ^ Ufone Quickly Deploys a GSM Network Covering 1500-Cities in Pakistan (PDF), in huawei.com, Huawei, 19 luglio 2008. URL consultato il 24 giugno 2010.
  4. ^ Motorola il iDEN, UAE hits 200% mobile penetration rate, Intomobile.com, 3 gennaio 2010. URL consultato il 14 novembre 2011.
  5. ^ etisalat fibre-optic network to top Dh5b, gulfnews, 10 novembre 2009. URL consultato il 14 novembre 2011.
  6. ^ UAEinteract.com, etisalat officially launches 'eLife' UAE – The Official Web Site – News, Uaeinteract.com. URL consultato il 14 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]