Estinzione dell'umanità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nell'ambito della futurologia, l'estinzione dell'umanità è l'ipotetica sparizione della specie umana.

Per il futuro prossimo sono stati ipotizzati molti scenari di estinzione antropogenica: olocausto nucleare, sovrappopolazione,[1] guerra biologica e accidentale pandemia, collasso ecologico e riscaldamento globale; in aggiunta, potrebbero essere causa di nuove possibilità di estinzione alcune tecnologie emergenti, come l'intelligenza artificiale avanzata o nanorobot autoreplicanti. La probabilità dell'estinzione antropogenica dell'umanità nei prossimi secoli è un argomento oggigiorno molto dibattuto.[2][3]

L'estinzione della specie umana è stata ampiamente indagata nell'ambito fittizio della fantascienza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Niall Firth, Human race 'will be extinct within 100 years', claims leading scientist, su Daily Mail, 18 giugno 2010. URL consultato il 7 aprile 2016.
  2. ^ Vittorio Sabadin, «È cominciata la sesta estinzione di massa», su La Stampa, 21 giugno 2015. URL consultato il 7 aprile 2016.
  3. ^ Simona Marchetti, «Esseri umani estinti entro cento anni», su Corriere della Sera, 20 giugno 2010. URL consultato il 7 aprile 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]