Esther Williams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esther Williams nel 1950

Esther Jane Williams (Inglewood, 8 agosto 1921Beverly Hills, 6 giugno 2013) è stata una campionessa di nuoto ed attrice cinematografica statunitense, resa celebre dai suoi film musicali che prevedevano spettacolari coreografie di nuoto e tuffi.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Benché alcune fonti citino come anno di nascita il 1922[1], Esther Williams è nata l'8 agosto 1921 a Inglewood. Fin da piccola si dimostrò un'ottima nuotatrice, diventando ben presto un elemento di spicco del Los Angeles Athletic Club.

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Esther Williams in La ninfa degli antipodi (1952)

A 15 anni aveva vinto tutte le gare disputate in California nei 100 metri stile libero femminili. Conquistò il titolo di campionessa della Costa del Pacifico. Nel 1940 si preparava a partecipare alle Olimpiadi, ma lo scoppio della seconda guerra mondiale fece saltare due edizioni consecutive dei Giochi.

Carriera cinematografica[modifica | modifica sorgente]

Non completò gli studi universitari e si mise subito a lavorare come commessa e indossatrice. Fu scritturata dalla MGM; recitò il suo primo film nella parte della ragazza di Mickey Rooney (La doppia vita di Andy Hardy, 1942). Il successo arrivò con il film successivo: Bellezze al bagno del 1944. Dopo alcuni musical minori, nel 1947 un altro successo strepitoso: La matadora.

Da quel momento in poi i film vennero cuciti su misura per lei: La figlia di Nettuno (1949), La duchessa dell'Idaho (1950), La sirena del circo (1951), La ninfa degli antipodi (1952)[2]. Qui Esther Williams diede anche una grande prova come attrice drammatica.

Esther Williams con il maestro Franco Zauli a Roma nel 1955

Nel 1955 arrivò il primo insuccesso: Annibale e la vestale, un film spettacolare, ma che fece fiasco al botteghino. Fu il segnale che i gusti del pubblico erano cambiati. Dopo pochi anni Esther Williams diede l'addio alle scene.

Dopo il cinema[modifica | modifica sorgente]

Dopo l'abbandono del set, Esther Williams si dedicò a un'attività benefica come insegnante di nuoto per bambini ciechi. Non apparve che raramente in pubblico.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Esther Williams si sposò quattro volte: il primo marito fu, all'inizio degli anni quaranta, Leonard Kovner. Il secondo fu, nel 1945, Ben Gage. Esther era già popolare e Ben era un bel ragazzo. I due erano molto fotografati dai giornali, che li consideravano la «magnifica coppia». Ebbero tre figli. Divorziarono alla fine degli anni cinquanta, quando Esther era ancora all'apice del successo. L'argentino Fernando Lamas fu il terzo marito. L'unione durò 22 anni. Rimasta vedova, si risposò nel 1994 con Edward Bell e con cui ha vissuto in una villa a Beverly Hills, fino alla sua morte a 91 anni.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

La filmografia è completa[3]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

TV[modifica | modifica sorgente]

  • The Armed Venus episodio di "Lux Video Theatre" (1957)
  • The Career Woman episodio di "The Donna Reed Show" (1960)
  • The Black Wagon episodio di "Zane Grey Theater" (1960)

Apparizioni di Esther Williams in film e documentari[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

  • Dhia Cristiani in: Sposarsi è facile, ma.., La matadora, Luna senza miele, La figlia di Nettuno, L'uomo nell'ombra, Ti avrò per sempre, Su un'isola con te, La sirena del circo, La ninfa degli antipodi, Annibale e la vestale, Gonne al vento, Fatta per amare, Facciamo il tifo insieme, La duchessa dell'Idaho, Canzone pagana, Bellezze al bagno (ridoppiato), Nebbia sulla Manica

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Secondo il "California Birth Index, 1905-1995. Center for Health Statistics, California Department of Health Services" Ester Williams è nata l'8 agosto 1921; questo risolve i dubbi sulla sua data di nascita che spesso è indicata come 1922 o 1923.
  2. ^ In lingua originale, Million dollar mermaid. Nel 2004 Clint Eastwood riprese questo titolo nel suo fortunato Million dollar baby, ambientato nel mondo del pugilato.
  3. ^ IMDb Filmografia

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 3400282 LCCN: n88034597