Estensione del dominio della lotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Estensione del dominio della lotta
Titolo originale Extension du domaine de la lutte
Autore Michel Houellebecq
1ª ed. originale 1994
1ª ed. italiana 2000
Genere romanzo
Lingua originale francese
Ambientazione Francia

Estensione del dominio della lotta (in lingua originale Extension du domaine de la lutte) è il primo romanzo di Michel Houellebecq, pubblicato in originale nel 1994, in Italia nel 2000 da Bompiani.

Nel 1999 dal libro è stata realizzata una trasposizione cinematografica per la regia di Philippe Harel[1]. Il film non risulta essere stato distribuito in Italia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista, trentenne programmatore con un lavoro soddisfacente in un'azienda di servizi informatici nella capitale francese, ha una vita sociale ridotta al minimo. Le relazioni con l'altro sesso sono totalmente assenti, dopo il naufragio burrascoso dell'ultima, due anni prima. Uniche sue distrazioni, scrivere racconti morali aventi per protagonisti animali (occasione per riflessioni filosofiche di varia natura), e le sigarette, di cui è accanito consumatore. Così, quando viene a sapere che verrà inviato in missione esterna per addestrare impiegati statali all'uso di una nuova applicazione, la notizia non lo rende molto felice. A peggiorare le cose, al suo fianco si ritrova il collega Tisserand, col chiodo fisso del sesso, ma pateticamente incapace di concretizzare questa sua fissazione, a causa di doti fisiche a dir poco scadenti.

I presupposti sono quindi pessimi, e dopo una prima fase senza troppe sorprese a Rouen, l'esperienza sembra interrompersi bruscamente per un problema serio di salute, che però si rivela meno grave del previsto. Ma nella tappa successiva, in Vandea, l'argine sembra cedere definitivamente. Il protagonista prova a spingere il frustrato Tisserand verso la strada dell'omicidio, come unica via di soddisfazione ai suoi desideri insoddisfatti, ottenendo un altro fallimento. Tornato a Parigi, tenta la carta della terapia sotto il controllo di uno psichiatra, con risultati anche in questo caso alquanto deludenti, tra sogni sempre più inquietanti e tentazioni di suicidio. Decide quindi di seguire il consiglio del medico, facendosi ricoverare in una clinica specializzata per i disturbi gravi, dove giunge alla conclusione che la causa della maggior parte dei problemi mentali della gente è la carenza di amore. Uscito dalla clinica, decide di soddisfare un curioso impulso che lo aveva assalito tempo prima, raggiungendo una località sperduta nella regione dell'Ardèche, che si rivelerà solo un'altra occasione persa.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Andrew Pulver, Struggling writer, in The Guardian, 28 agosto 2004. URL consultato il 2 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE7588070-2 · BNF: (FRcb15849704j (data)
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura